fbpx

Donna uccisa in Calabria, Loiero: “abissi di ignoranza e becero maschilismo”

Donna uccisa in Calabria, le parole dell’ex ministro ed ex presidente della Regione Calabria Agazio Loiero

Fatico a immaginare che l’assassino di Loredana Scarone abbia voluto scegliere la data simbolica della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne per realizzare il suo macabro disegno di morte. Sono incline a pensare che esso provenga da abissi di ignoranza o di becero maschilismo. O di entrambi gli elementi, visto che i primi dieci mesi dell’anno in corso hanno fatto gia’ registrare 91 di questi assassini“. Lo afferma in una dichiarazione l’ex ministro ed ex presidente della Regione Calabria Agazio Loiero. “Si attribuisce la colpa – aggiunge – al Covid-19, che ha costretto le coppie ad una forzata convivenza. Come se la convivenza fosse di per se’ un male che andrebbe mitigato. Rassegnato a leggere domani chissa’ cosa su questo morte violenza avvenuta in Calabria, credo che il Parlamento debba legiferare in una forma piu’ severa su questo tipo di assassinio, ma anche sulla negligenza di molti magistrati, che pur avendo ricevuto denunce allarmanti, hanno lanciato su di esse uno sguardo corrivo. Tanto che molte donne sono state uccise, malgrado le innumerevoli, disperate denunce presentate all’autorita’ giudiziaria“.