Categoria: EDITORIALINEWSSICILIA

Cannabis, farmaci gratis in Sicilia: via libera dalla Regione

In Sicilia la Regione si farà carico delle spese sostenute dai pazienti che ricorrono alla cannabis per scopi terapeutici

La Sicilia apre all’uso teraupetico della cannabis. Con un decreto firmato venerdì scorso dall’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, si introduce la rimborsabilità a carico del Servizio sanitario regionale: la Regione si farà carico delle spese sostenute dai pazienti che ricorrono alla cannabis per scopi terapeutici. Dunque farmaci gratis per i pazienti affetti da dolore cronico, neuropatico e da spasticità da sclerosi multipla, cioè per coloro che presentano “inadeguata risposta o intolleranza alle terapie convenzionali“. I farmaci potranno essere prescritti solo sulla base di un piano terapeutico con durata massima semestrale, dovrà essere redatta da un medico specialista (di Anestesia e rianimazione, Neurologia e dei centri di terapia del dolore), dipendente di Aziende sanitarie pubbliche regionali, “esclusivamente in ambiente ospedaliero ovvero in regime di day hospital ed ambulatoriale”. Ottenuto il piano terapeutico basterà recarsi presso la farmacia ospedaliera “afferente al centro prescrittore per l’allestimento del preparato“. L’azienda sanitaria in alternativa potrà stipulare una convenzione con farmacie ospedaliere di altre strutture pubbliche della Regione in grado di effettuare la preparazione. In alternativa,  il paziente potrà rivolgersi a una farmacia privata con la quale l’azienda sanitaria ha siglato un accordo.

+ Europa: “Grande svolta per la Sicilia”

È una grande svolta per la Sicilia il decreto di oggi sulla cannabis terapeutica. Finalmente la Regione siciliana si farà carico delle spese sostenute dai pazienti e Il farmaco sarà gratuito per i siciliani affetti da dolore cronico e neuropatico, da spasticità e da sclerosi multipla, che si rivolgeranno alle strutture sanitarie pubbliche”. Dichiara Fabrizio Ferrandelli componente della segreteria di Più Europa. ”A piccoli passi, ma con grandi traguardi, si va avanti per affermare i diritti dei malati. Era il luglio del 2018 quando una nostra delegazione, insieme e grazie all’impegno del Comitato Esistono i diritti, ha chiesto all’Assessorato alla Salute l’istituzione del tavolo tecnico sulla cannabis ad uso terapico in Sicilia, rispolverando dal cassetto il ddl a mia firma presentato anni fa sul tema in assemblea regionale. “Oggi, dopo anni, finalmente qualcosa si è mosso. Un grande plauso – conclude Ferrandelli- a tutti i membri del tavolo tecnico per la competenza e la tenacia, ma sopratutto all’assessore Razza per la serietà e sensibilità manifestata. Una battaglia che si è vinta sul solco dello slogan dal cuore del malato al cuore della politica”.