Baracche a Messina, addio alle Case D’Arrigo: inizia la demolizione [FOTO]

/

Baracche a Messina: iniziano i lavori di demolizione delle Case d’Arrigo

Il Sindaco Cateno De Luca; il Vicesindaco Salvatore Mondello; gli Assessori, ai Fondi Europei, Carlotta Previti, e alle Politiche Sociali e della Casa, Alessandra Calafiore; e il Presidente di A.RIS.ME’ Marcello Scurria insieme al CdA; oggi alla presenza di Giorgio Martini e di Riccardo Monaco dirigenti responsabili dell’Autorità di Gestione del PON Metro, hanno preso parte all’inizio dei lavori per lo sbaraccamento dell’area di risanamento “Case D’Arrigo”.

“Il processo di risanamento – ha dichiarato il Sindaco De Luca – rappresenta un punto imprescindibile del mio mandato politico: condurre la Città definitivamente fuori da questa emergenza e ridare dignità e possibilità a tante famiglie di intraprendere un vero processo di inclusione e di autodeterminazione garantendo il diritto di vivere in una abitazione sicura e dignitosa”.

“La presenza dell’Agenzia di Coesione Territoriale – ha evidenziato l’Assessore Previti – riveste per questa Amministrazione una grande importanza a testimonianza che la sinergia tra il Comune di Messina e l’AdG è stata e continuerà ad essere un modello virtuoso di corretta spesa dei Fondi Strutturali orientati a risolvere problemi reali e concreti per lo sviluppo inclusivo di un territorio”.

Presente questa mattina a Messina anche l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, che ha dichiarato:
Diamo il via all’abbattimento di queste 34 baracche all’interno di un progetto molto più ampio di riqualificazione urbana e di decongestionamento della città di Messina, cioè la realizzazione della nuova via don Blasco. Azioniamo le ruspe per eliminare una vergogna abitativa storica di dimensioni nazionali”.

Al posto delle abitazioni demolite, verrà realizzato il collegamento fra viale Gazzi e via don Blasco, fornendo così ai mezzi pesanti un nuovo itinerario per raggiungere gli imbarchi sullo Stretto.

“Il piano – prosegue Falcone – è stato finanziato con ben 25 milioni e oggi, dopo un rallentamento per la bonifica dagli ordigni bellici, i lavori proseguono. Il Governo Musumeci, in sinergia con l’amministrazione del sindaco Cateno De Luca, l’Arisme e l’Agenzia per la Coesione, imprime una svolta storica allo sbaraccamento di Messina e alla consegna di nuovi alloggi alle famiglie che vivevano nei rioni degradati. Messina – conclude l’assessore – deve finalmente avere la dignità e il prestigio che merita”.


Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE