Ponte sullo Stretto, Conte: “dobbiamo iniziare a porci il problema, serve un miracolo di ingegneria anche sottomarino”

Conte: “non posso dire faremo il ponte sullo Stretto, non ci sono i presupposti, ma dobbiamo porci il problema di questo collegamento”

“Non posso dire faremo il ponte sullo Stretto, non ci sono i presupposti. Dobbiamo prima realizzare l’alta velocità di rete in tutta la Calabria e poi in Sicilia, ma dobbiamo porci il problema di questo collegamento”. E’ quanto afferma il premier Giuseppe Conte da Ceglie Messapica all’evento La Piazza. “Ci sono miracoli di ingegneria, ne abbiamo realizzato uno a Genova. E’ un ponte bellissimo. Sullo Stretto, dobbiamo pensare a un miracolo di ingegneria. Una struttura ecosostenibile, leggera, che tuteli l’ambiente, anche sottomarina“, sottolinea il premier. “Una parte consistente del Piano di rilancio -prosegue- riguarderà le infrastrutture, per tutto il sud e la Sicilia, cercheremo davvero di migliorare tanto il piano delle infrastrutture e ci impegneremo molto, è chiaro che quando completeremo il piano ferroviario ci saranno alcuni collegamenti in sospeso, come il Ponte sullo Stretto”, conclude il Premier.