fbpx

Omicron, Bassetti: “un ricovero su due non è legato al virus, necessario modificare il conteggio”

matteo bassetti Foto di Luca Zennaro / Ansa

Secondo l’infettivologo Matteo Bassetti con la nuova variante Omicron il virus sta diventando endemico perché, nonostante l’alto numero di contagi, non si sta verificando nessuna pressione sugli ospedali

“Oggi un ricovero su due in ospedale potrebbe essere legato a persone che sono positive al tampone ma che hanno qualcosa di diverso dalla polmonite. E queste ovviamente andrebbero contate in maniera diversa, non solo per quanto riguarda i ricoveri ma anche evidentemente i decessi”. Ha affermato questo Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive al Policlinico San Martino di Genova, in un’intervista rilasciata all’agenzia Dire. Il medico ha risposto ad una domanda posta sull’attuale modalità di conteggio di decessi e ricoveri legati al Covid-19.

“Complessivamente dipende un po’ dalla situazione ospedaliera e locale – ha aggiunto Bassetti – ma le ospedalizzazioni variano da un minimo del 30% fino ad una massimo del 50%”. Dunque Bassetti “dubita” che la curva dei decessi “possa scendere nelle prossime settimane continuando ad avere questa modalità di conteggio. Il report dei decessi – ha sottolineato – riguarda fondamentalmente un’età media di 80 anni con pluripatologie e questi sono soggetti tipicamente già vaccinati, con doppia o tripla dose, che muoiono di tutt’altro. Entrano in ospedale per altri problemi e hanno purtroppo la positività al tampone, che non vuol dire assolutamente nulla”.

Quel che chiede Bassetti alla politica italiana è il dinamismo. “Questo è mancato completamente. Credo che tutti insieme dobbiamo ripensare al nostro modo di intervenire sulla pandemia – ha proseguito Bassetti – ci vuole più dinamismo e più velocità nelle decisioni. Non si può pensare che le cabine di regia ci siano ogni due settimane e che le decisioni vengano prese una volta al mese. Qui bisogna andare giorno per giorno e cambiare anche quello che era giusto fino a ieri e che potrebbe non essere giusto oggi”. Le valutazioni sulla pandemia, infatti, sono cambiate totalmente nel giro di pochi giorni con la diffusione della nuova e più contagiosa variante Omicron. “Il virus sta diventando endemico. Questo vuol dire che molte persone, anche quelle vaccinate, si possono contagiare e quindi evidentemente avere una forma che per fortuna, nella maggioranza dei casi, non è grave. Per cui, se si diffonde un virus meno aggressivo, alla fine è sicuramente preoccupante dal punto di vista del numero delle infezioni ma non lo è per quelle che sono le ricadute sulla società”, ha spiegato l’infettivologo ligure.

Covid, Bassetti: “con Omicron il virus sta diventando endemico” [VIDEO]