fbpx

Covid, finisce il folle lockdown di Platì: Occhiuto elimina la “zona rossa”

platì

Covid, Platì da oggi non è più in “zona rossa”: la scelta del governatore calabrese Occhiuto dopo due settimane di folle lockdown

Il presidente della regione Calabria, Roberto Occhiuto, ha finalmente eliminato la “zona rossa” introdotta due settimane fa a Platì: una scelta molto discutibile che non era giustificata da alcun tipo di emergenza sanitaria (contagi minori rispetto a quelli di molti altri comuni, nessun morto e nessun ricoverato), ma che lo stesso Occhiuto ha più volte motivato anche sui media nazionali come una sorta di “punizione” per gli abitanti di un comune che aveva uno dei più bassi tassi di vaccinazione (circa il 30% di vaccinati sui residenti). E pazienza che i contagiati erano pochi, i ricoverati e i morti pari a zero. Il vaccino non è più il mezzo per contrastare il virus ma è diventato il fine stesso dell’azione politica. O ti vaccini o ti punisco, anche se sei sano e non provochi alcun problema. Ancora più grave che a Platì la scelta sia stata comunitaria, rivolta cioè a tutti gli abitanti del comune (compresi quindi i vaccinati!!). Dopo due settimane di polemiche, Occhiuto ha fatto dietrofront e da oggi Platì è zona arancione per una settimana. La stessa zona arancione è stata prorogata per i comuni di Africo, Mammola e Rosarno fino a domenica 30 gennaio (compresa).