Categoria: EDITORIALIMESSINANEWSSICILIA

Cambio di Passo, nuova seduta in Consiglio Comunale. Sindaco di Messina al bivio

Cambio di Passo, nuova seduta in Consiglio Comunale: in caso di bocciatura, il sindaco di Messina potrebbe rassegnare le dimissioni

Ha preso il via questo pomeriggio la terza seduta in Consiglio Comunale per approvare o bocciare il Cambio di Passo, il documento programmatico stilato dal sindaco per l’attività amministrativa del 2020. In caso di bocciatura, il sindaco De Luca si è detto pronto ad interrompere il suo mandato.

Stasera in Aula ci sono 23 consiglieri. Presenti i consiglieri di Sicilia Futura La Tona e Rotolo, assente il consigliere Interdonato.

Manca in Aula anche tutto il Gruppo Genovese, come annunciato questa mattina. Il cambio di passo ha decisamente destabilizzato i rapporti all’interno dei gruppi consiliari. Tra i banchi del gruppo misto, insieme agli ex pentastellati Giannetto e Cipolla, da stasera si aggiunge anche il consigliere comunale Gioveni, che ha deciso di lasciare il gruppo PD.

Il sindaco De Luca ha già preso la parola per illustrare il nuovo testo emendato. De Luca, dopo le due sedute di fuoco, ha deciso di venire incontro ai consiglieri comunali emendando il documento. Nella nuova versione del Cambio di Passo è stata tutta la parte relativa all’istituzione della Cabina di Regia e all’Intergruppo, rimangono la proposta di modifica del regolamento consiliare, con l’abolizione del voto di astensione nel calcolo del quorum, le dirette streaming dei lavori d’Aula e la parte relativa alle delibere per il 2020.

Foto di Nazario Nulli

“Sono esuberante, ma sono anche ambizioso. La mia ambizione è quella di farmi carico di un percorso che è quasi impossibile. Voglio passare alla storia per quello che è riuscito a risolvere problemi che gli altri non hanno saputo affrontare“- ha detto De Luca parlando in Aula  e non sono mancati  attimi di teatro, in cui il sindaco ha nuovamente bacchettato in consiglieri e ha ribadito che vuole andare avanti ad amministrare la città: “Se siamo qua a discutere è perché c’è stata una condivisione con il consiglio comunale, con il voto al Salva Messina. Quest’anno sarà più pesante e non ci possiamo permettere a fare giochi di palazzo. Il cambio di passo per me era un momento di reale confronto, dove doveva emergere la volontà di portare avanti la città a un ritmo più forte“.

De Luca resta sindaco di Messina, il Consiglio Comunale approva il Cambio di Passo