Reggio Calabria: sciolto il comune di Africo per infiltrazioni mafiose. Cannizzaro: “l’applicazione della norma sugli scioglimenti così non funziona”

Reggio Calabria: arriva il commissario ad Africo. Cannizzaro è critico: “l’applicazione della norma sugli scioglimenti così non funziona, in molti casi, vedi Lamezia e Cassano, hanno vinto di nuovo i Sindaci dei Comuni sciolti, quindi è evidente come ci sia un problema”

E’ stato sciolto dal consiglio del ministri il Comune di Africo, paese dell’area metropolitana di Reggio Calabria, per infiltrazioni mafiose. Sulla norma che porta all’azzeramento dell’amministrazione comunale e del consiglio è intervenuto sul proprio profilo facebook, il deputato di Reggio Calabria, Francesco Cannizzaro: “quest’ennesimo episodio, che segue i casi di Reggio, Lamezia, Cassano e tanti altri, ci impone la necessità di accelerare sul nuovo progetto di legge già presentato da Forza Italia per rivedere le norme sugli scioglimenti che non funzionano per combattere realmente la ‘ndrangheta ma addirittura in alcuni casi bloccano processi di rinnovamento e sana politica”. “L’applicazione della norma sugli scioglimenti così non funziona –prosegue- in molti casi (vedi Lamezia e Cassano) hanno vinto di nuovo i Sindaci dei Comuni sciolti, quindi è evidente come ci sia un problema”. Poi Cannizzaro dedica un pensiero al sindaco di Africo, Francesco Bruzzaniti: “il primo cittadino è un ragazzo per bene, un giovane onesto che ha testimoniato l’intenzione di intraprendere un percorso molto serio basato sulla legalità. Al mio amico Francesco dico di non abbattersi, la verità si afferma sempre contro tutto e tutti”. Immediata la risposta di Bruzzaniti, il quale ringrazia il deputato “per tutto il tuo sostegno in questi anni”.


Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE