Messina, tavolo in Prefettura per il trasporto studenti dei Nebrodi: i Comuni si mobilitano per la ripresa del servizio

Stamattina il tavolo in Prefettura a Messina: i Comuni dei Nebrodi hanno dato ampia disponibilità a farsi carico in house del servizio. Per Fp Cgil una strada percorribile è quella di valutare che il Sindaco Metropolitano emani un’ordinanza contingibile ed urgente, indicando una ditta per lo svolgimento del servizio

Si è tenuta nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Messina, una riunione finalizzata ad esaminare la problematica del servizio di trasporto degli alunni disabili in alcuni comuni del comprensorio nebroideo.
La criticità è emersa a seguito dell’assenza di offerte per il bando di gara della Città Metropolitana di Messina relativo al lotto che interessa il trasporto di alunni disabili residenti nei comuni di Acquedolci, Alcara Li Fusi, Longi, Mistretta, Pettineo, S. Stefano di Camastra, Torrenova, Tortorici e Tusa.
Nel corso dell’incontro, cui hanno partecipato rappresentanti della Città Metropolitana di Messina, dei citati Comuni e dei sindacati Cgil e Fiadel, è emersa, per un verso, un’ampia disponibilità da parte degli Enti locali rientranti nel Consorzio Intercomunale Valle dell’Halaesa interessati a farsi carico di assicurare in house il servizio con mezzi già nella propria disponibilità e con risorse già disponibili ed assegnate dall’ex Provincia Regionale. Con riferimento, invece, al trasporto dei disabili residenti nei comuni di Longi, Torrenova e Tortorici, la Città Metropolitana si farà carico di verificare la possibilità di integrarlo nell’ambito del servizio affidato alla società che gestisce un altro lotto.
Nell’ambito di entrambe le soluzioni prospettate, si verificherà la possibilità di adoperare il personale già addetto al servizio in argomento, e attualmente non impiegato, al fine del mantenimento dei livelli occupazionali.
Al termine della riunione, il tavolo si è spostato presso la Città Metropolitana per concordare i passaggi tecnici ed amministrativi necessari per realizzare quanto concordato in sede prefettizia.

FP CGIL: “Nel caso in cui sorgano problemi, riteniamo che la strada da seguire sia quella di un’ordinanza contingibile ed urgente”

“Quello tenutosi oggi in Prefettura – affermano i rappresentanti sindacali della FP CGIL Francesco Fucile ed Elena De Pasquale – è stato un importante momento di confronto per sbloccare una situazione in cui a perderci sono solo gli studenti disabili ed i lavoratori. I sindaci dei comuni di residenza degli alunni da trasportare (il cui numero è sceso da 25 a 22 per via di due rinunce e di una situazione sanitaria particolare), si sono detti disponibili a gestire il servizio con propri mezzi e con personale precedentemente impiegato. Situazione diversa per i comuni di Longi, Torrenova e Tortorici, per cui verrà chiesto alla Genesi di procedere con un’ “integrazione” del servizio attualmente svolto nelle zone 2 e 3, anche in questo caso con aggiunta di personale”. Sembra dunque essere stata raggiunta un’unità di intenti rispetto al problema, che però rischia di proporsi, nella medesima gravità, per la restante parte dell’anno scolastico, poiché l’appalto in oggetto ha durata di 59 giorni. “Rispetto al futuro – evidenziano i rappresentanti della FP CGIL – ma anche rispetto al momento attuale, ci siamo comunque riservati di evidenziare come, una strada percorribile sia quella di valutare che il Sindaco Metropolitano emani un’ordinanza contingibile ed urgente, indicando una ditta per lo svolgimento del servizio. Tale spunto prende corpo da una sentenza del Tar di Puglia sez.II – di Bari dell’11/5/2007, n.1331, con cui il Tribunale ha ritenuto “legittimo il rimedio dell’ordinanza contingibile e urgente adottata dal sindaco di Bisceglie per fronteggiare la situazione di interruzione del servizio pubblico di trasporto dei soggetti disabili da e per i centri di riabilitazione, evidenziando l’interruzione di tale servizio da parte dell’AUSL”. Ci auguriamo – conclude la FP CGIL – che, nel caso in cui sia necessario, si possa procedere ad effettuare un approfondimento normativo”.

Fiadel: “Garantire l’occupazione dei lavoratori”

Per i Comuni di Longi, Tortorici e Torrenova, vicini a quello di Capo d’Orlando, di chiedere alla cooperativa Genesi, che cura il servizio di trasporto degli studenti disabili nella città orlandina, se è disponibile a una integragrazione dell’appalto per farsi carico degli studenti disabili. Passaggio questo sul quale la FIADEL si è detta d’accordo e ha chiesto che il servizio sia effettuato dai lavoratori che lo hanno svolto fino a giugno scorso. Per quanto concerne gli altri Comuni interessati, il Consorzio Intercomunale Valle dell’Halaesa si è offerto di mettere a disposizione un pulmino per garantire trasporto.  “Ovviamente -hanno puntualizzato i dirigenti sindacali della FIADEL Clara Crocè e Gianluca Gangemi- vogliamo capire se tramite il consorzio c’è la possibilità di garantire l’occupazione di tutti gli 8 lavoratori precedentemente impegnati. Siamo molto soddisfatti per il grande impegno dimostrato dal prefetto Librizzi e dal viceprefetto Gullì, che si sono attivati rapidamente per una conclusione positiva della vertenza, che potremo considerare conclusa solo quanto tutti gli autisti avranno ripreso a lavorare”. Al termine della riunione al Palazzo del Governo tutti i sindaci si sono trasferiti al Dipartimento Servizi sociali della Città Metropolitana per concordare le modalità di gestione del servizio per i Comuni compresi tra Sant’Agata Militello e Tusa. Dopo questo passaggio, Palazzo dei Leoni convocherà i sindacati per un nuovo confronto.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE