Autorità Portuale dello Stretto, Musumeci boccia Mega e presenta tre ricorsi. M5S all’attacco: “Si rischia di vanificare una battaglia storica, non ne capiamo il motivo”

musumeci sicilia

I deputati pentastellati di Messina: “Musumeci ci dica da che parte sta, se con i cittadini dello Stretto o contro di loro”

Il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha deciso di opporsi alla nomina di Mega quale Presidente della XVI Autorità Portuale dello Stretto presentando ben tre ricorsi al Tar del Lazio. Non capiamo per quale motivo Musumeci stia cercando di vanificare una battaglia combattuta per anni e vinta, infine, solo per il bene di Messina, Milazzo, Reggio Calabria e Villa San Giovanni.”.

Così i PortaVoce messinesi del Movimento 5 Stelle Barbara Floridia, Francesco D’Uva, Grazia D’Angelo, Antonella Papiro, Alessio Villarosa, Valentina Zafarana e Antonio De Luca.

“Abbiamo inoltre appreso – continuano i pentastellati – che il Presidente Musumeci non ha nominato nessun rappresentante siciliano per il Comitato di gestione lasciando di fatto un vuoto nell’amministrazione delle attività dell’Autorità Portuale dello Stretto. Questo vuol dire che, se il comitato di gestione partirà, lo farà senza il contributo della Regione Siciliana”.

Quello che chiedono adesso i PortaVoce è “sapere da che parte sta il Presidente della Regione Siciliana, se con i cittadini dello Stretto o contro i loro interessi collettivi”.


Segui StrettoWeb su Instagram

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE