fbpx

Clamorose indiscrezioni dal Governo: Lombardia e Piemonte diventano “arancioni” ma la Calabria senza commissario resta “zona rossa”

Da alcune indiscrezioni sembrerebbe che la Calabria rimarrà ancora in “zona rossa”

Proprio in questi minuti è in corso a palazzo Chigi una riunione tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed i capi delegazione dei partiti al governo sulle misure da inserire nel nuovo Dpcm che dovrebbe entrare in vigore dal prossimo 3 dicembre. Da alcune indiscrezioni che verranno però confermate dal report del Ministero della Salute di venerdì, sembrerebbe che la Calabria rimarrà “zona rossa” mentre Lombardia e Piemonte diventano “arancioni“. Questo fa capire che il Governo continua ad offendere la Calabria non nominando il nuovo commissario alla sanità dopo le passerelle delle ultime settimane e lasciando la Regione in “zona rossa” a fronte di indicatori epidemiologici ed ospedalieri di gran lunga meno gravi rispetto a quelli di Piemonte e Lombardia.

Incerta invece al momento la situazione di Sicilia e Puglia che al momento sono classificate come “zone arancioni” e si teme che la Sicilia possa passare in “zona rossa”.

Coronavirus, la Calabria diventa “zona arancione”. Ecco cosa cambia

Sanità in Calabria, Habemus Commissario: Guido Longo è l’uomo scelto dal Governo