Governo, Conte alla Camera per la fiducia: “abbattere il divario tra Nord e Sud” [GALLERY]

  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
  • LaPresse / Roberto Monaldo
    LaPresse / Roberto Monaldo
/

Governo, Conte alla camera per la fiducia: “massima priorità dovranno poi assumere le politiche per la messa in sicurezza del territorio, per il contrasto al dissesto idrogeologico e per l’accelerazione della ricostruzione delle aree terremotate”

Mentre divampa la protesta fuori da Montecitorio, alla Camera dei Deputati, il premier Conte inizia il suo discorso per poi ricevere il voto di fiducia. Discorso chiaro, con obiettivi di governo discussi in sede di trattativa con Pd e M5S.

Governo, Conte: “rivedremo i decreti sicurezza sulla base delle indicazioni del Colle”

“Rivedremo la disciplina in materia di sicurezza – ha detto il Premier Conte nel suo discorso alla Camera – alla luce delle osservazioni critiche formulate dal Presidente della Repubblica, il che significa recuperare, nella sostanza, la formulazione originaria del più recente decreto legge, prima che intervenissero le integrazioni che, in sede di conversione, ne hanno compromesso l’equilibrio complessivo”.

Governo, Conte: “faremo il taglio dei parlamentari e la riforma del sistema di voto”

Il Premier Conte ha anche garantito che il taglio dei parlamentari sarà inserito nel primo calendario utile in Aula. E che verrà avviato un sistema di riforma del sistema di voto

Governo, Conte alla Camera: “massima priorità dovranno poi assumere le politiche per la messa in sicurezza del territorio”

“Massima priorità dovranno poi assumere le politiche per la messa in sicurezza del territorio, per il contrasto al dissesto idrogeologico e per l’accelerazione della ricostruzione delle aree terremotate, anche attraverso l’adozione di una normativa organica che consenta di rendere più spedite le procedure, in particolare per la ricostruzione pubblica”. E’ quanto ha affermato nel discorso Giuseppe Conte alla Camera.

Governo, Conte: “abbattere il divario Nord-Sud”

“L’azione di rilancio degli investimenti, inoltre, passa necessariamente dall’abbattimento del divario fra Nord e Sud del Paese. A questo scopo, occorre rilanciare un piano straordinario di investimenti per il Mezzogiorno, anche attraverso la istituzione di una banca pubblica per gli investimenti, che aiuti le imprese in tutta Italia e dia impulso all’accumulazione di capitale fisico, umano, sociale e naturale del Sud”. Queste le parole dell premier Giuseppe Conte nel suo intervento alla Camera.

Governo, Conte: “basta con il frastuono dei proclami inutili, delle dichiarazioni bellicose e roboanti”

“Vogliamo volgerci alle spalle il frastuono dei proclami inutili, delle dichiarazioni bellicose e roboanti. Io e tutti i miei Ministri prendiamo il solenne impegno, oggi, davanti a voi, a curare le parole. Ad adoperare un lessico più consono, più rispettoso delle persone, della diversità delle idee. Ci impegniamo ad essere pazienti anche nel linguaggio, misurandolo sulle esigenze della comprensione. La lingua del Governo sarà una lingua mite, perché siamo consapevoli che la forza della nostra azione non si misurerà con l’arroganza delle nostre parole“. Afferma nel discorso alla Camera, il Premier Conte.

Governo, Conte: “per le aree più disagiate dobbiamo promuovere il coordinamento di tutti gli strumenti normativi esistenti”

“Per le aree più disagiate dobbiamo promuovere il coordinamento di tutti gli strumenti normativi esistenti, come i Contratti istituzionali di sviluppo, le Zone economiche speciali e i Contratti di rete, e intervenire affinché i Fondi europei di sviluppo e coesione siano utilizzati al meglio per valorizzare i territori”. Lo annuncia il premier Giuseppe Conte nel suo intervento alla Camera.

Governo, Conte: “fare una riforma fiscale equa”

“Occorre perseguire una riforma fiscale che contempli la semplificazione della disciplina, una più efficace alleanza tra contribuenti e Amministrazione finanziaria”. E’ quanto afferma il premier Giuseppe Conte. “L’obiettivo primario è alleggerire la pressione fiscale, nel rispetto dei vincoli di equilibrio del quadro di finanza pubblica”, conclude.

Governo, ecco le parole di Conte sull’immigrazione

“Penso anche all’epocale fenomeno migratorio, che va gestito con rigore e responsabilità, perseguendo una politica modulata su più livelli, basata su un approccio non più emergenziale, bensì strutturale, che affronti la questione nel suo complesso, anche attraverso la definizione di un’organica normativa che persegua la lotta al traffico illegale di persone e l’immigrazione clandestina, ma che – nello stesso tempo – si dimostri capace di affrontare ben più efficacemente i temi dell’integrazione, per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri, per coloro che non hanno titolo per rimanere”. Questo il pensiero del premier Giuseppe Conte nel suo discorso alla Camera.


Valuta questo articolo

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE