Sicilia, due turisti colti da malore in 24 ore: interviene il Soccorso Alpino

Sicilia, due turisti salvati dal Soccorso Alpino nella Riserva dello Zingaro

Secondo intervento per i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico in Sicilia nel giro di poche ore. Questo pomeriggio nella riserva dello Zingaro è stato soccorso un turista, colto da malore per disidratazione e affaticamento. I tecnici, in sinergia con gli operatori sanitari del 118, sono stati allertati poco dopo le 15 da un gruppo di escursionisti perché una di loro, una donna di 52 anni, aveva perso i sensi mentre percorreva il sentiero costiero. Una squadra della stazione Palermo-Madonie ha raggiunto a piedi l’escursionista, L.T., agrigentina, insieme ai sanitari. La donna è stata caricata in barella e trasportata a spalla per circa 500 metri all’ingresso della riserva, dove ad attenderla c’era un’ambulanza. Nella giornata di ieri i tecnici del Sass sono intervenuti per prestare soccorso ad un escursionista romano di 32 anni che aveva accusato un malore a cala Marinella. Un elicottero  ha recuperato l’escursionista con il verricello insieme ai tecnici del Soccorso Alpino. L’uomo è stato trasportato fino al campo di calcio di Castellammare del Golfo, dove ad attenderlo c’era un’ambulanza del 118 scortata da un’auto dei carabinieri. ”Vogliamo ricordare a turisti ed escursionisti -sottolineano al Soccorso Alpino e Speleologico siciliano – che entrare nella Riserva dello Zingaro non significa fare una semplice passeggiata. Con le alte temperatura e la scarsa presenza di ombra, soprattutto in estate – aggiungono – non devono mancare una scorta di acqua, un copricapo e, consiglio sempre valido, delle buone calzature al posto di infradito e scarpette da città”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE