fbpx

Sanremo 2021, testo e significato di ‘Inuyasha’: la canzone di Mahmood ispirata a un celebre manga

Mahmood canta ‘Inuyasha’ sul palco di Sanremo 2021: testo e significato del brano che si ispira al celebre manga di Rumiko Takahashi

Fra gli ospiti della quarta e penultima serata di Sanremo 2021 il più atteso è senza dubbio Mahmood. Il suo sarà un gradito ritorno all’Ariston, palcoscenico che ne consacrò le qualità agli occhi del grande pubblico dopo il successo nell’edizione 2019 con il brano ‘Soldi’ che si classificò secondo all’Eurovision Song Contest. Il cantante milanese, di origini egiziane, porterà sul palco ‘Inuyasha’, nuovo singolo uscito nel 2021 che anticipa l’uscita del prossimo album. La straordinaria voce di Mahmood, che si poggia sul beat realizzato con la consueta maestria da Dardust, conquisterà sicuramente i telespettatori di Sanremo 2021.

Sanremo 2021, Mahmood canta ‘Inuyasha’: il manga da cui trae spunto

Il titolo della canzone, per quanto inusuale, a molti sarà suonato familiare. Il brano fa riferimento a ‘Inuyasha‘, manga giapponese, successivamente adattato come anime, nato dalla penna di Rumiko Takahashi nel 1996. In Italia arrivò solo nel 2001. La storia, che si svolge tra il presente e l’era Sengoku giapponese, narra le vicende del protagonista ‘Inuyasha‘, un mezzodemone cane che insieme alla co-protagonista Kagome Higurashi (reincarnazione della sacerdotessa Kykio, nemica di Inuyasha) deve ritrovare i frammenti della Sfera dei 4 Spiriti, un manufatto che accresce enormemente i poteri di chi la possiede e che, se dovesse cadere in mani sbagliate, come quelle dell’antagonista Naraku, genererebbe il caos. Nella canzone Mahmood fa riferimento alla ‘Cicatrice‘ di Inuyasha, il nome di un attacco che il protagonista sferra grazie alla sua potente spada.

Sanremo 2021, significato ‘Inuyasha’ Mahmood

Foto di Valentin Flauraud / Ansa

Nel video della canzone Mahmood si presenta in versione mezzodemone: orecchie a punta, artigli e il costume rosso sono un chiaro riferimento al protagonista del manga. Il testo del brano ruota intorno a tante immagini che trasudano negatività: “mi spezzi il cuore“, “alzare le mani“, dirsi addio, litigare e smettere di dare importanza agli altri. La parte che potremmo definire demoniaca di ogni essere umano, quella che inevitabilmente, a volte, non può fare a meno di venire fuori. Per proteggere chi gli sta a fianco, il cantante cerca di tenere a bada la sua ‘dark side’ rendendosi conto che “se litighiamo in mezzo ad altre persone, non ha senso chiedere agli amici chi ha la ragione“. La consapevolezza di ciò che si è e l’invito alla riconciliazione nel ritornello: “metterò il peggio di me, dentro a una crisalide, per non farti più male, se lo farai anche te”. Mahmood stesso presenta il brano come: “la metafora perfetta per descrivere la complessità delle relazioni, fra desiderio di espressione e necessità di non riversare sugli altri la propria parte peggiore rinchiudendola ‘dentro una crisalide’“.

Sanremo 2021, testo ‘Inuyasha’ Mahmood

[Strofa 1]

Quando mi dici addio tu mi spezzi il cuore
Arrivare ad alzare le mani non mi piace più
Se litighiamo in mezzo ad altre persone
Non ha senso chiedere agli amici chi ha la ragione
Se per te non vale un cazzo chi siamo
Oggi per me noi valiamo più di un Ocean Drive
Se ti chiedo come stai
La verità brucia in faccia come la Cicatrice di Inuyasha
Non so più come stiamo ancora in piedi

[Ritornello]

Non sarò mai uno di quei rich kid
Mi vedi e lo capisci
Stare con me ti sembrerà
Come planare sui go-kart
Lo ammetto chе non ho fatto di tutto
Per dirti in faccia che oramai
Dire addio non vuol dirе che è la fine

[Post-Ritornello]

Metterò il peggio di me
Dentro a una crisalide
Per non farti più male
Se lo farai anche te

[Strofa 2]

Passare tutti i giorni insieme fa paura
Dirti che voglio stare solo è difficile
La gente ti parla, poi ti ama, vuole tutto, poi ti spara
Preferisco te a chi mi mente
Scopare in giro non mi lascia niente

[Ritornello]

Non sarò mai uno di quei rich kid
Mi vedi e lo capisci
Stare con me ti sembrerà
Come planare sui go-kart
Lo ammetto che non ho fatto di tutto
Per dirti in faccia che oramai
Dire addio non vuol dire che è la fine

[Post-Ritornello]

Metterò il peggio di me
Dentro a una crisalide
Per non farti più male
Se lo farai anche te

[Bridge]

Penso qua sopra il muretto di casa
Come ho fatto a credere che alla mia età
Si possa andare avanti senza perdono?
Perché di sputarsi in faccia in Piazza Duomo non mi va
Dammi, dammi, dammi un
Motivo per non fare danni, danni, danni
Queste più che parole son drammi, drammi, drammi, drammi, eh
Fanculo se spari me

[Ritornello]

Non sarò mai uno di quei rich kid
Mi vedi e lo capisci
Stare con me ti sembrerà
Come planare sui go-kart

[Outro]

Metterò il peggio di me
Dentro a una crisalide
Per non farti più male
Se lo farai anche te
Se lo farai anche te