fbpx

Ibra rosso, Milan nero. Il derby di Coppa Italia va all’Inter: lo decide Eriksen con le valigie in mano

Photo by Marco Luzzani/Getty Images

Ibrahimovic tradisce il Milan: prima il gol, poi rissa con Lukaku e due gialli a cavallo fra i due tempi. L’Inter rimonta e vince grazie all’insospettabile Eriksen

La Coppa Italia entra nel vivo con le sfide dei quarti di finale fra le quali spicca il derby di Milano come partita di cartello. Il Milan primo in classifica in Serie A sfida l’Inter, attualmente seconda, in un match sempre molto sentito indipendentemente dalla competizione. Entrambe le squadre non applicano grande turnover (si risparmia un po’ più l’Inter con Bastoni, Hakimi e Lautaro out), segno di quanto entrambe vogliano passare il turno. Il solito Zlatan Ibrahimovic mette la sua firma sulla gara, nel bene e nel male: segna il gol del vantaggio, poi di fatto tradisce i rossoneri. Rissa verbale con Lukaku, dopo una provocazione e un fronte contro fronte: doppio giallo ad entrambi. Al rientro in campo Zlatan non smaltisce il nervosismo e nel tentativo di recuperare su Kolarov commette un fallo ingenuo che gli costa il rosso. L’Inter, che nel primo tempo aveva creato solo qualche pericolo a Tatarusanu, prende in mano il pallino del gioco e assedia l’area rossonera.

Un fallo ingenuo di Leao su Barella provoca il rigore che Lukaku trasforma per l’1-1. Il monologo nerazzurro continua con diverse occasioni sventate, incredibilmente, dall’ottimo Tatarusanu che di certo non fa rimpiangere Donnarumma questa sera. In pieno recupero però (10 minuti per l’infortunio dell’arbitro!), entra Eriksen e si trova subito a dover calciare una punizione dal limite: la zolla è la sua e lo dimostra mettendo la sfera dolcemente sotto il sette. Gol, set, match. L’Inter vince il derby di Coppa Italia e vola in semifinale (ad attenderla la vincente di Juventus-Spal) grazie ad un calciatore praticamente con le valigie in mano. Christian Eriksen non è mai stato un giocatore che Conte ha visto di buon occhio nei suoi schemi, vorrebbe andar via e l’Inter non farà nulla per trattenerlo: manca solo un acquirente che voglia sborsare più di 20 milioni per impedire ai nerazzurri una minusvalenza. Chissà se dopo la rete di oggi Eriksen potrà avere una seconda carriera in nerazzurro…