Daniel Adejo a StrettoWeb: “contatti con la Reggina? Solo in passato, adesso sto bene in Grecia”

daniel adejo Photo by Maurizio Lagana/Getty Images

Il difensore Daniel Adejo si trova in Grecia. Il difensore ha affrontato diversi argomenti che riguardano la Reggina in un’intervista a StrettoWeb

Daniel Adejo ha lasciato un ottimo ricordo, è stato una grande protagonista del recente passato della Reggina. Ha dimostrato di essere un difensore affidabile, forte fisicamente ma anche velocissimo. Bravo nell’anticipo, ma il suo marchio di fabbrica era il recupero in velocità. Ha fatto anche qualche gol. Adesso ha iniziato una nuova avventura, al Lamia in Grecia. Si è confermato come uno dei migliori della squadra. Nelle ultime stagioni non sono mancate le voci su un possibile ritorno in Riva allo Stretto, la conferma è arrivata direttamente dal diretto interessato in un’intervista rilasciata a StrettoWeb, Adejo ha parlato anche del presente e dell’esperienza con la maglia della Reggina.

LA STAGIONE AL LAMIA – “A livello personale è andata molto bene, anche di squadra. La stagione è stata positiva, ottima da tutti i punti di vista. Ho anche realizzato due gol”.

IL FUTURO E LE VOCI SULLA REGGINA “Abbiamo parlato e affrontato l’argomento del rinnovo con il Lamia. Abbiamo già trovato l’accordo, dobbiamo solo definire l’intesa. Sono contento di rimanere in Grecia, mi sono trovato subito bene. La Reggina? Nell’ultimo periodo non ci sono stati contatti, qualche chiacchierata in passato sì. Ma in quel periodo non c’erano le condizioni per un mio trasferimento. Mi trovo bene in Grecia. Un giorno non escludo un ritorno, ma adesso mi godo il momento”. 

IL PASSATO IN AMARANTO E LA PIAZZA “Parlo bene, sono cresciuto a Reggio, è difficile da dimenticare. Ho un ricordo bellissimo della squadra, dei tifosi e della città. Giocare al Granillo è incredibile, ricordo una partita dei playoff davanti a 20mila spettatori. I tifosi della Reggina non hanno bisogno di presentazioni. Li ricordo con grande emozione, mando un saluto caloroso”.

L’INTERVISTA COMPLETA SU CALCIOWEB