Sicilia, mangiano mandragora: madre e figlia avvelenate, ricoverate in rianimazione

Mangiano mandragola, gravi 2 donne in Sicilia: ricercato venditore ambulante

Due donne, mamma 72enne e figlia 56enne, sono ricoverate in gravi condizioni negli ospedali Buccheri La Ferla e Villa Sofia di Palermo per avere ingerito della mandragora. Le due l’avevano acquistata, ritenendola borragine, da un venditore ambulante che adesso è ricercato dai carabinieri. Madre e figlia hanno accusato i classici sintomi dell’avvelenamento e si sono presentate in ospedale. Sono state salvate grazie al coordinamento tra 118 e polizia stradale di Buonfornello. Il centro antiveleni di Pavia, dopo una ricerca nel database, ha segnalato che l’ospedale di Cefalù aveva le fiale con l’antidoto. Gli agenti della polizia stradale sono andati a prenderle e le hanno portate dai medici del 118. I medici le hanno consegnate agli ospedali in cui le due donne nel frattempo erano arrivate.