Coronavirus, i nuovi casi di Reggio Calabria sono tutti asintomatici: 58 positivi in isolamento domiciliare in tutta la Provincia, 391 in quarantena preventiva [DETTAGLI]

Coronavirus, il bollettino del laboratorio ASP di Reggio Calabria aggiornato al 13 agosto

La Direzione Sanitaria dell’ASP di Reggio Calabria comunica che nella giornata di ieri, giovedì 13 agosto 2020, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per “COVID19” con tampone ben 398 nuovi soggetti. Gli esami diagnostici, eseguiti presso il Laboratorio del Polo Sanitario Ex-INAM di via Willerm in di Reggio Calabria, sono risultati positivi per soltanto 4 soggetti.

I pazienti in “Assistenza Sanitaria Domiciliare” in tutta la Provincia reggina (su, quindi, 556 mila residenti!) sono adesso 58, con monitoraggio quotidiano delle loro condizioni da parte del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica e delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale in collaborazione con i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta. Si tratta di positivi asintomatici, che non necessitano di ricovero ospedaliero, a testimonianza che il numero dei positivi rilevato negli ultimi giorni a Reggio Calabria per il piccolo focolaio dell’apericena in un bar con una ragazza proveniente da Milano e quelli di ieri agli ospedali Riuniti, non sono “malati” ma sono appunto “positivi asintomatici. Una situazione che conferma quanto stia funzionando il monitoraggio del territorio con svariate centinaia di tamponi al giorno in città che consentono di rilevare e isolare gli eventuali positivi e avviare il contact-tracking con le persone con cui loro hanno avuto contatti.

Per questo motivo sta aumentando anche il numero dei soggetti posti in “Quarantena Domiciliare”: ad oggi sono in totale 391. Non si tratta di positivi, ma di persone che potenzialmente potrebbero esserlo e quindi in attesa del tampone vengono tenute in quarantena.

E’ bene ricordare che quattro mesi fa, a metà aprile, in tutta la provincia di Reggio Calabria avevamo 150 positivi in isolamento domiciliare (il triplo di quelli di oggi) e oltre 2.100 pazienti in quarantena domiciliare (oltre cinque volte in più rispetto a quelli di oggi), e neanche con quei numeri la Calabria ha mai avuto alcun tipo di emergenza sanitaria o ospedaliera.

Si continua, ovviamente, a raccomandare alla cittadinanza in caso di sintomi sospetti di non recarsi al Pronto Soccorso, ma di rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale, al Pediatra, o di contattare il Numero Verde 1500 del Ministero della Salute o il Numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria.