fbpx

Il Granillo è bellissimo, la Reggina di più: 2-1 al Parma e terzo posto in classifica! [FOTO]

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Reggina-Parma live su StrettoWeb: formazioni ufficiali, cronaca testuale in diretta, tabellino e, a fine match, ricco post partita. Tutti gli aggiornamenti in tempo reale dal Granillo

L’attesa è finita, l’adrenalina è salita. Anzi sale, ancora. A Reggio Calabria c’è la spinta di quasi 10 mila tifosi. Come ai bei tempi, come prima del Covid, come nelle belle domeniche di Serie A. E Reggina-Parma, nei primi anni Duemila, era una classica di Serie A. Il Granillo si colora a festa, si colora d’amaranto, per il match tra gli uomini di Aglietti – provenienti dalla vittoria di Vicenza – e quelli di Maresca, grandi favoriti alla vigilia ma che ancora faticano.

Il clima è bellissimo, le sciarpe e le bandiere sono tantissime, per una domenica che sarà bellissima. Grande Reggina, comunque, nel primo tempo. Già dal 1′ Di Chiara ha rischiato di metterla dentro. Gli uomini di Aglietti sono riusciti a tenere alto il baricentro e non far ripartire gli emiliani, fino al gol di Menez al 13′, propiziato ancora da Di Chiara. La rete non sazia gli amaranto, che con Bellomo al 34′ vanno a pochi centimetri dal raddoppio. Nella ripresa la gara resta molto divertente, anche il Parma inizia a farsi vede dalle parti della porta avversaria, soprattutto con Vazquez che di testa manca clamorosamente la porta. Al 70′ ecco l’altro episodio chiave della partita: fallo di mani in area su tiro di Galabinov e calcio di rigore per la Reggina! L’arbitro consulta il Var e assegna il tiro dagli undici metri, calciato e trasformato dallo stesso Galabinov. Il Granillo si infiamma, ma è ancora presto per cantare vittoria. Vazquez, infatti, si incunea in area e con una perfetto tiro a giro batte Turati per il 2-1. E il risultato, non cambia più. Nonostante il forcing finale degli emiliani, la squadra di Aglietti sa soffrire e non rischia. Con questa vittoria, arrivata con un avversario sicuramente di livello, la festa in riva allo Stretto può cominciare. La vetta della classifica dista solo quattro punti e il popolo reggino, chissà, può iniziare a sognare.

Reggina-Parma 2-1, le pagelle di StrettoWeb: Turati falsifica la carta d’identità, Loiacono adattato a chi?

Reggina-Parma 2-1: il tabellino della gara

SERIE BKT, 9ª GIORNATA

REGGINA-PARMA 2-1

Marcatori: 14′ Ménez (R), 72′ rig. Galabinov (R), 82′ Vazquez (P),

Reggina (4-4-2): Turati; Loiacono (80′ Lakicevic), Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Rivas, Hetemaj (80′ Bianchi), Crisetig, Bellomo (58′ Laribi); Galabinov (86′ Montalto), Ménez (58′ Cortinovis). A disposizione: Aglietti, Amione, Liotti, Gavioli, Ricci, Denis, Tumminello. Allenatore: Alfredo Aglietti.

Parma (4-3-3): Buffon; Coulibaly (78′ Benedyczak), Osorio, Danilo, Cobbaut; Brunetta, Schiattarella (25′ Juric), Vazquez; Man (66′ Inglese), Tutino, Mihaila (78′ Andrade). A disposizione: Turk, Colombi, Balogh, Iacoponi, Zagaritis, Busi, Traore, Bonny, Correia. Allenatore: Enzo Maresca

Arbitro: Luca Zufferli di Udine. Assistenti: Marco Ceccon di Lovere e Paolo Laudato di Taranto. IV ufficiale: Luigi Carella di Bari. VAR: Federico Dionisi de L’Aquila. A-VAR: Edoardo Raspollini di Livorno.

Note – Spettatori 8 693, di cui 62 ospiti. Ammoniti: Schiattarella (P), Bellomo (R), Man (P), Vazquez (P), Cionek (R), Ménez (R), Di Chiara (R), Stavropoulos (R). Calci d’angolo: 2-5. Recupero: 3’pt; 5’st.

Reggina-Parma, la cronaca della partita in diretta

90’+5′ – Non accade più niente, finisce così! La Reggina, quasi perfetta, si impone 2-1. Nel finale tanta paura perché il Parma poteva rifarsi sotto, ma la squadra ha saputo soffrire ed ha portato a casa i tre punti.

90′ – L’arbitro assegna 5 minuti di recupero. Saranno un finale di match molto intenso.

82′ – Gol del Parma, si riapre la gara. Vazquez fa 2-1. L’attaccante arriva indisturbato in area di rigore e metta la sfera in buca d’angolo con il destro a giro.

80′ – Ancora una doppia sostituzione per i padroni di casa: Hetemaj e Loiacono fanno spazio a Bianchi e Lakicevic. Forza fresche per questi ultimi minuti

74′ – Si innervosisce la gara, ammonito Mihaila. Poi Cionek ha qualcosa da ridirgli ma viene allontana dall’arbitro.

70′ – GOOOOOOOOOLLLLLL!!! HA RADDOPPIATO LA REGGINA! Galabinov ha trasformato con freddezza il rigore. Buffon ha indovinato il lato, ma il tiro era molto angolato. Il risultato segna 2-0 al Granillo.

68′ – CALCIO DI RIGORE RECLAMATO PER LA REGGINA! Il tiro di Galabinov è deviato con la mano, sarebbe stato probabilmente gol. Il Var ha aiutato l’arbitro nella decisione, che in un primo momento non era arrivata.

66′ – Che occasione divorata da Rivas… il suo destro è debole, facilmente parato da Buffon. Al centro Galabinov era praticamente solo, sarebbe stato un rigore in movimento.

65′ – Ammonito Stavropoulos: duro fallo da dietro sull’attaccante. Tra le fila del Parma Inglese prende il posto di Man.

60′ – Altro giallo, questa volta per Di Chiara. Il terzino finisce sulla lista dei cattivi.

58′ – Doppio cambio per Aglietti: Bellomo e Menez fanno spazio a Cortinovis e Laribi.

57′ – Brivido per i tifosi della Reggina! Vazquez indisturbato di testa non trova clamorosamente la porta. Pareggio molto vicino.

56′ – Chance ottima per Bellomo che da buona posizione e su ottimo servizio di Menez non colpisce di potenza per impensierire Buffon.

55′ – Ammonito Menez: fallo tattico per bloccare la ripartenza.

47′ – TURATI SI ALLUNGA IN ANGOLO! Subito pericoloso il Parma in avvio di ripresa.

46′ – Inizia il secondo tempo al Granillo: si riparte dall’1-0, nessun cambio.

SECONDO TEMPO

45’+3 – Dopo tre minuti di recupero, si è chiuso il primo tempo al Granillo: amaranto meritatamente in vantaggio per via delle rete di Menez.

45′ – Sono tre i minuti di recupero concessi dall’arbitro.

42′ – Giallo anche per Cionek: fioccano le ammonizioni in questo finale di primo tempo.

38′ – Proteste amaranto per un contatto in area su Menez, ma l’arbitro dice di proseguire. Nel capovolgimento di fronte, ammonito Man per proteste. Pochi minuti dopo giallo anche per Vazquez.

35′ – Ci prova dal limite Mihaila, palla alta non di molto sopra la traversa.

34′ – CLAMOROSA OCCASIONE DELLA REGGINA PER IL RADDOPPIO! Scambio di prima Rivas-Loiacono, che serve Menez in profondità; il numero 7 mette in mezzo, il pallone scavalca Buffon ma Bellomo non ci arriva per un soffio a porta spalancata.

31′ – Primo giallo anche per la Reggina: ammonito Bellomo.

27′ – Di Chiara ci prova da fuori dopo gli sviluppi di un corner, palla alta. Il terzino sinistro è per ora il migliore in campo della gara.

23′ – Prima sostituzione per il Parma: entra Juric per Schiattarella, già ammonito. Sembrerebbe esserci un problema fisico per il centrocampista.

17′ – Problemi per Di Chiara, che si accascia a terra toccandosi. Entrano in campo medico e fisioterapista. Sembrerebbe non esserci alcun problema, il terzino rientra.

13′ – LA REGGINA PASSA, E’ 1-0: magistrale azione di prima con Crisetig a verticalizzare per Di Chiara, che appoggia dietro a Menez: il numero 7 piazza di prima all’incrocio e batte Buffon. ESPLODE IL GRANILLO! 

6′ – Ammonito Schiattarella, primo giallo dell’incontro: il centrocampista ospite stoppa con la mano un pallone su cui si stava involando Rivas in campo aperto.

2′ – REGGINA SUBITO PERICOLOSISSIMA! Crisetig serve in profondità Di Chiara, che segue il taglio e tira in diagonale a botta sicura: Buffon respinge in angolo. Sembra alta la linea degli amaranto, che in questi primissimi minuti hanno schiacciato gli avversari.

1′ – E’ cominciata Reggina-Parma! Gli amaranto in questo primo tempo attaccheranno verso la Curva Sud. E’ il Parma a dare l’avvio al match. Spettacolo di bandiere nella Sud, sold out.

PRIMO TEMPO

Reggina-Parma, il pre-partita

ore 16:02 – Il presidente della Reggina Luca Gallo consegna una maglia al padre di Daniel Leone, ex portiere amaranto prematuramente scomparso qualche settimana fa dopo una lunga e brutta malattia, scoperta nel 2014, proprio quando militava in riva allo Stretto. Tutto il Granillo, dopo l’annuncio dello speaker e la consegna della maglia, riserva uno scrosciante applauso.

ore 15:47 – Manca mezz’ora all’inizio di Reggina-Parma ma l’entusiasmo sugli spalti è già lampante: cominciano a riempirsi i settori del Granillo, per cui sono previsti tra gli 8 e i 9 mila spettatori. Nessuna paura, da parte dei tifosi amaranto, per una allerta meteo che in realtà non esiste. A Reggio Calabria, infatti, da questa mattina fa molto caldo e da qualche ora c’è anche un timido sole. Il maltempo imperverserà sullo Stretto dalla tarda serata di oggi e per domani.

Reggina-Parma, le formazioni ufficiali

Manca sempre meno al fischio d’inizio di Reggina-Parma, gara valida per la nona giornata del campionato Serie BKT. Il tecnico Aglietti sceglie di confermare Loiacono sulla corsia destra, mentre in attacco sono stati sciolti i maggiori dubbi. Bellomo e Rivas agiranno sugli esterni, sarà Menez invece ad affiancare la punta Galabinov. Di seguito le due formazioni ufficiali:

Reggina (4-4-2): Turati; Loiacono, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Rivas, Hetemaj, Crisetig, Bellomo; Galabinov, Ménez. A disposizione: Aglietti, Lakicevic, Amione, Liotti, Bianchi, Gavioli, Cortinovis, Laribi, Ricci, Denis, Montalto, Tumminello. Allenatore: Aglietti.

Parma (4-3-3): Buffon; Coulibaly, Osorio, Danilo, Cobbaut; Brunetta, Schiattarella, Vazquez; Man, Tutino, Mihaila. A disposizione: Turk, Colombi, Balogh, Iacoponi, Juric, Benedyczak, Zagaritis, Busi, Traore, Bonny, Inglese, Correia. Allenatore: Enzo Maresca

Arbitro: Luca Zufferli di Udine. Assistenti: Marco Ceccon di Lovere e Paolo Laudato di Taranto. IV ufficiale: Luigi Carella di Bari. VAR: Federico Dionisi de L’Aquila. A-VAR: Edoardo Raspollini di Livorno.