Anche Pisa inaugura i cassonetti interrati e dice addio alla raccolta differenziata porta a porta

cassonetti differenziata interrati pisa

Pisa fa un passo indietro che in realtà è un passo avanti per la raccolta differenziata: installate 4 nuove isole interrate e 2 fuori terra nella parte di Mezzogiorno

Il sistema di raccolta differenziata porta a porta a Reggio Calabria è evidentemente fallito, com’era prevedibile in una città da tale conformazione abitativa e geomorfologica. Ma sono tantissime le grandi città che avevano adottato un sistema analogo, stuzzicate dall’illusione pseudo-ambientalista, e adesso hanno cambiato strada. L’ultima è Pisa, dove il Comune ha deciso di fare un passo indietro che in realtà è un passo avanti: sono state installate 4 nuove isole interrate e 2 fuori terra nella parte di Mezzogiorno. Ai cassonetti appena installati è stato collegato uno strumento che utilizza una metodologia che lascia spazio alle postazioni automatizzate combinate con la tariffazione puntuale e quindi questo fa si che la quantità di rifiuti indifferenziati prodotti incide sulla tassa da pagare al Comune. Niente più, quindim, mastelli porta a porta ma un sistema moderno e iper-tecnologico che consente ai cittadini di fare la differenziata con enorme comodità.