fbpx

Juventus, plusvalenze sospette nel mirino della Covisoc: 42 trasferimenti per un giro di 90 milioni

Miralem Pjanic Foto di Simone Arveda / Ansa

La Covisoc ha messo nel mirino 62 operazioni di mercato definite ‘sospette’: 42 trasferimenti della Juventus, dubbi sull’affare Osimhen fra Napoli e Lille

Nuove ombre sul calcio internazionale. La Covisoc (Commissione di vigilanza sulle società di calcio), ha messo nel mirino 62 operazioni di mercato delle quali dovrà occuparsi la Procura Federale. Secondo quanto anticipato da “La Repubblica”, al Procuratore della Figc Giuseppe Chinè e al presidente Gravina è stata consegnata una relazione riguardante le plusvalenze degli ultimi due anni per far luce sulla natura di tali operazioni.

Sono emersi alcuni dei nomi principali. Si parte da Franco Tongya e Marley Aké, scambiati da Juve e Marsiglia per 8 milioni (quindi a saldo zero), che attualmente giocano nella quarta serie francese e in Serie C. La Juventus sarebbe protagonista di 42 trasferimenti e 21 giocatori coinvolti, per un giro di 90 milioni, ma con un circolo di soli 3 milioni e benefici di 40 milioni nel bilancio. Fra i nomi più importanti quello di Pjanic, scambiato con il Barcellona nell’operazione Arthur e quello di Cancelo, finito al City in cambio di Danilo. Ombre anche sul Napoli. Nell’affare Osimhen al Lille è finito un pacchetto di giocatori per 20 milioni: tre di loro sono già tornati in Italia (due in serie D, uno in serie C), l’altro a Lilla non è mai entrato in campo.