Emergenza rifiuti a Reggio Calabria, il disperato appello dei Vigili del Fuoco: “incendi di spazzatura pericolosissimi, situazione molto grave per la sicurezza della città”

/

L’appello dei Vigili del Fuoco riguardo l’emergenza incendi di rifiuti a Reggio Calabria

Il disperato appello lanciato dalle sigle dei Vigili del Fuoco FP CGIL VVF MEGALI, FNS CISL VVF STILO, CONAPO PONTARI e CONFSAL VVF CANALE al Prefetto di Reggio Calabria Dott. Massimo Mariani, al Questore di Reggio Calabria Dott. Maurizio Vallone, al Sindaco di Reggio Calabria Avv. Giuseppe Falcomatà, al Comandante dell’Arma dei Carabinieri Della Provincia di Reggio Calabria Colonnello Giuseppe Battaglia, al Comandante della Polizia Municipale Di Reggio Calabria Comandante Salvatore Zucco, e al Comandante dei Vigili del Fuoco Di Reggio Calabria Dott. Ing. Carlo Melitelli riguardo l’emergenza incendio di rifiuti a Reggio Calabria.

“Oggetto: EMERGENZA RIFIUTI                           Egregi,                                                                                                                                 

l’incendio rifiuti dei giorni scorsi nel rione Marconi, in pieno centro città a Reggio Calabria, riportato da tutte le testate giornalistiche, ha avuto una forte ricaduta mediatica, poiché come spesso accade, ha interessato una bombola di GPL.

Purtroppo la nostra amata città sta vivendo un’emergenza rifiuti, determinata certamente da un susseguirsi di cause che  non ci compete analizzare.

Vorremmo però esprimere, come rappresentanti dei lavoratori e cittadini di Reggio Calabria, le nostre preoccupazioni su come questa situazione per certi versi drammatica sia vissuta in città come uno “scarica barile” senza il reale desiderio di risolvere il problema  e in via definitiva, lasciando alla sola politica  quello che a nostro parere è un compito istituzionale, anche delle forze di polizia alla pari  dei vigili del fuoco, coinvolti esclusivamente per lo spegnimento dei roghi.

Ci preme sottolineare come  quello che volgarmente è detto “incendio rifiuti” sia a tutti gli effetti un “reato penale” e come tale  debba essere trattato e perseguito, per le conseguenze che, come nel caso della scorsa notte, avrebbe potuto determinare.

Vorremmo  ricordare solo alcune delle vicende che solo per casi fortuiti non hanno sortito vittime: risale a qualche tempo fa la notizia di un nostro collega ferito per un esplosione di un bossolo di mortaio nel rione Marconi, a non più di qualche mese l’incendio nel quartiere modena-ciccarello che ha coinvolto una bombola che ha determinato l’interdizione del traffico nel tratto di strada interessato per 48 ore, ed è ormai una routine l’incendio di rifiuti nel quartiere di San Gregorio nonché i focolai per tutta la provincia.

Non tutti conoscono la forza devastante sprigionata dall’esplosione di una bombola di GPL, ne’ tanto meno la pericolosità di una “apparentemente vuota”, ne la tossicità di un incendio rifiuti con rilascio di nubi tossiche con rilascio di diossina e non solo…

Per questo motivo chiediamo che venga istituito e mantenuto un tavolo interforze speciale per affrontare e risolvere questa emergenza in prefettura, perché ognuno per la propria competenza possa cercare di debellare uno dei cancri che attanaglia questa città.

Certi che il nostro grido di aiuto giunga a chi di competenza, porgiamo i nostri saluti”

Notizie sempre aggiornate da Calabria e Sicilia, focus su Messina e Reggio Calabria con l’APP di StrettoWeb per iPhone e iPad: click qui per scaricarla dall’App Store

Notizie sempre aggiornate da Calabria e Sicilia, focus su Messina e Reggio Calabria con l’APP di StrettoWeb per tutti i dispositivi Android: click qui per scaricarla da Google Play


Valuta questo articolo

Rating: 4.9/5. From 7 votes.
Please wait...