fbpx

Giornata di crociere nello Stretto: due navi a Messina e una a Reggio Calabria approdano nei Porti, centinaia i turisti in visita

/

Un segnale incoraggiante di ripresa che premia il Sistema portuale dello Stretto

E’ stata una giornata di crociere nei porti dello Stretto. E’ sicuramente una data simbolica oggi per gli scali di Messina e Reggio Calabria, dove sono sbarcate ben tre navi. Il crocierismo dà un incoraggiante segnale di ripresa che premia il Sistema portuale dello Stretto e anticipa la stagione 2022 in cui si prevedono numeri eccellenti con 215 approdi già programmati. A Reggio Calabria ieri sera è arrivata la nave Le Jacques Cartier (131 di lunghezza) con 87 passeggeri a bordo che oggi in escursione si godranno i panorami della Costa Viola e tour esperienziali alla scoperta di alcune tipicità locali come i vini, il bergamotto e i tartufi di Pizzo. Le Jacques Cartier è di recentissima costruzione (2020) e fa parte della classe Explorer di Compagnie du Ponant, dotata di uno scafo rompighiaccio e di strumenti all’avanguardia per la tutela dell’ambiente.

Nelle banchine di riva di Messina invece sono presenti la MSC Seashore, e la Hebridean Sky, operata dalla Noble Caledonian con 73 passeggeri a bordo. Dopo la consegna nell’estate 2021 MSC Seashore ha già effettuato con oggi a Messina 11 scali, sui 12 previsti in città ed è la nave da crociera più grande costruita in Italia (339 metri di lunghezza), a conferma della capacità delle banchine del porto peloritano di ospitare questi giganti del mare. Quasi la metà dei 1.375 passeggeri a bordo resterà a visitare Messina in bus o walking tour organizzati dalla compagnia, il resto andrà invece in escursione a Taormina, Etna e Tindari.