fbpx

Al Milan basta il secondo tempo: dentro i titolari e Venezia ko. La Juventus soffre contro lo Spezia ma torna a vincere [CLASSIFICA]

Brahim Diaz Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Il Milan fa entrare i titolari nel secondo tempo e batte il Venezia 2-0: rossoneri primi insieme all’Inter e in attesa del Napoli. La Juventus soffre contro lo Spezia ma vince 2-3 in rimonta la prima partita della sua stagione

Milanesi prime della classe in attesa del Napoli. I primi responsi della 5ª giornata di Serie A premiano Inter e Milan. Dopo il successo in rimonta per 1-3 dei nerazzurri sulla Fiorentina nella giornata di ieri, questa sera tocca ai rossoneri ottenere la 4ª vittoria in 5 partite che consente di agganciare i cugini al primo posto in classifica a quota 13 punti. Milan che si presenta contro il Venezia con un ampio turnover, complice anche qualche assenza pesante: titolari solo Maignan, Tonali (titolare di inizio stagione), Brahim Diaz e Leao. I ragazzi di Pioli hanno il pieno controllo della gara per tutto l’arco della partita, la maggior qualità e il tifo di San Siro rendono molto complessa la gara del Venezia che punta soprattutto a non prenderle. E per i primi 45 minuti ci riesce egregiamente: il Milan costruisce, crea, sfiora il gol, ma la partita non si sblocca. Nella ripresa entrano gradualmente i titolari e l’inerzia della gara cambia, soprattutto sulla sinistra: Theo Hernandez sostituisce un opaco Ballo Tourè e firma l’assist per la rete di Brahim Diaz e il gol che chiude la gara. Saelemaeker sfiora più volte il tris, Tomori chiude ogni possibilità del Venezia di arrivare dalle parti di Maignan.

Torna a vincere anche la Juventus che, strano ma vero, dopo 5 giornate raccoglie la prima vittoria di un inizio di stagione altalenante. Scongiurato il pericolo di 5 partite senza vittorie ad inizio anno, ‘record’ che datato 1955. Bianconeri che hanno comunque confermato il trend di incertezza e blackout intermittenti durante l’arco dei 90 minuti. In vantaggio con Kean, la Juventus si è fatta rimontare da Giasy ed è passata addirittura in svantaggio subendo il gol di Antiste. Nella ripresa un guizzo di Chiesa e un gol di De Ligt, entrambi arrivati da situazione confusa al centro dell’area, hanno evitato la figuraccia. Per ripartire serve anche il cinismo delle grandi squadre e un pizzico di fortuna.

Risultati della 5ª Giornata di Serie A

Martedì 21 settembre

Ore 18:30

Bologna-Genoa 2-2 (49’ Hickey, 55’ Destro, 85’ rig. Arnautovic, 89’ rig. Criscito)

Ore 20:45

Atalanta-Sassuolo 2-1 (3’ Gosens, 37’ Zappacosta, 44’ Berardi)
Fiorentina-Inter 1-3 (23’ Sottil, 52’ Darmian, 55’ Dzeko, 87′ Perisic)

Mercoledì 21 settembre

Ore 18:30

Salernitana Verona 2-2 (7′-29′ Kalinic, 45’+2 Gondo, 76′ M.Koulibaly)
Spezia-Juventus 2-3 (28′ Kean, 33′ Giasy, 39′ Antiste, 66′ Chiesa, 72′ De Ligt)

Ore 20:45

Cagliari-Empoli 0-2 (29′ Di Francesco, 69′ Stulac)
Milan-Venezia 2-0 (68′ Brahim Diaz, 82′ Theo Hernandez)

Giovedì 22 settembre

Ore 18:30

Sampdoria-Napoli
Torino-Lazio

Ore 20:45

Roma-Udinese

La classifica di Serie A

  1. Inter 13
  2. Milan 13
  3. Napoli 12
  4. Atalanta 10
  5. Roma 9
  6. Fiorentina 9
  7. Bologna 8
  8. Lazio 7
  9. Udinese 7
  10. Torino 6
  11. Empoli 6
  12. Sampdoria 5
  13. Juventus 5
  14. Sassuolo 4
  15. Verona 4
  16. Genoa 4
  17. Spezia 4
  18. Venezia 3
  19. Cagliari 2
  20. Salernitana 1

La classifica marcatori di Serie A

  1. Immobile 5
  2. Joao Pedro 4
  3. Dzeko 4
  4. Pellegrini 3
  5. Veretout 3
  6. Lautaro Martinez 3
  7. Vlahovic 3
  8. Arnautovic 2
  9. Caputo 2
  10. Criscito 2