Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWSREGGIO CALABRIASPORT

Reggio Calabria, incontro UICI con Anna Barbaro: “qui vige la legge del più forte, ma bisogna essere forti nei valori umani”

Incontro della sezione territoriale UICI a Reggio Calabria con Anna Barbaro: la medaglia d’argento olimpica reggina ha parlato della valenza dello sport e della forza nel superare limiti e limitazioni

La sezione territoriale UICI di Reggio Calabria, ieri pomeriggio con un incontro molto partecipato, tenutosi mediante piattaforma Zoom, ha voluto celebrare la propria consigliera e socia Anna Barbaro per lo splendido traguardo del II posto nella disciplina sportiva del Triathlon dove la campionessa reggina ha conquistato la medaglia d’argento alle Olimpiadi.

Una medaglia dal valore sociale e storico sorprendente, in quanto scrive una bella pagina di integrazione che si realizza in un territorio che ancora offre poche opportunità nello sport per disabili, ma dove si può ripartire dall’esempio di Anna che insegna come spesso bisogna crederci e con coraggio si possono raggiungere mete ambiziose che sembravano un tempo precluse alle persone con disabilità.

All’evento, moderato dalla consigliera delegata della sezione UICI Reggina, Francesca Barranca, hanno preso parte, il presidente sezionale UICI, Francesca Marino che per conto del Consiglio direttivo ha portato i saluti ed al contempo ha sottolineato la grande impresa di Anna Barbaro frutto di tanti sacrifici e che ci rende fieri di questa vittoria, importante, non solo per i non vedenti della nostra Regione, ma per tutti i disabili, perché tale traguardo infonde coraggio e stimolo a fare, a mettersi in gioco, nonostante i limiti.

Sulla stessa linea sono stati anche gli interventi, del presidente onorario Fortunato Pirrotta, del presidente regionale dell’UICI della Calabria Pietro Testa e del consigliere regionale Consiglio UICI Calabria e presidente della società sportiva Reggina UICI Armando Paviglianiti.

Oltre ai tanti soci e simpatizzanti dell’atleta Barbaro, ha preso parte all’incontro anche la Presidente della Commissione regionale delle Pari Opportunità della Regione Calabria, Cinzia Nava, la quale ha relazionato sull’operato della Commissione e quanto fatto per la disabilità portando la propria esperienza di donna disabile e da sempre combattiva per l’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali, affermando che “lottiamo con coraggio per superare dei limiti per i quali gli altri ci dicono che non ce la possiamo fare, ma noi con caparbietà ci proviamo e talvolta sappiamo andare oltre lo stesso limite”.

La parte centrale dell’evento è stata dedicata interamente agli interventi dei soci ed ospiti che hanno potuto, non solo complimentarsi con la campionessa paraolimpica, ma chiederle della sua esperienza vissuta a Tokio.

In conclusione, la campionessa reggina, lancia un messaggio di incoraggiamento: “nonostante le numerose difficoltà che porta una limitazione, sempre bisogna provarci a superarle, io da sempre ci ho creduto, volevo questo traguardo per riscattare la mia terra, la mia gente, le persone disabili delle quali so quante lotte devono fare per affermare i propri diritti, soprattutto da queste parti, dove spesso vige la legge del più forte, ma forti bisogna esserlo nei valori umani e del rispetto verso i più fragili”.