fbpx

Green Pass, la stampa estera segue le proteste in Italia: “il mandato di vaccino più rigoroso d’Europa”

giornali esteri su green pass italia

Diversi giornali esteri questa mattina hanno titolato sulle proteste in Italia: in nessuno Stato europeo il Green Pass è stato esteso ai lavoratori di pubblici e privati

Ci sono state mobilitazioni in diverse città ieri italiane per l’introduzione dell’obbligo di Green Pass da esibire nei luoghi di lavoro. La più sentita è stata messa in piedi dai portuali di Trieste, che hanno visto l’adesione di oltre 5 mila manifestanti, ma i cortei e le proteste non sono mancate a Genova, Milano, Bologna, Ancona, Firenze, Roma, Napoli, Messina e Catania. Sebbene la stampa italiana abbia dato poco risalto al dissenso di questi cittadini, la situazione è stata piuttosto attenzionata dai maggiori quotidiani esteri. In nessuno Stato europeo, infatti, la Certificazione Verde è stata estesa anche ai lavoratori, anzi nella maggior parte non viene utilizzata o è stata abolita del tutto.

Nel Regno Unito, in Spagna e nei Paesi Scandinavi, il Green Pass non esiste più, così come sono state rimosse tutte le restrizioni anti-Covid. Il termine “pandemia” è sparito dai vocabolari di queste nazioni, si parla adesso di epidemia o influenza, ma soprattutto non si parla e non si fanno distinzioni su cittadini vaccinati e non vaccinati. La situazione in Italia risulta quindi essere in controtendenza, l’obbligo della Certificazione Verde anche sul lavoro fa notizia. “L’Italia scossa dalle proteste mentre entra in vigore il mandato di vaccino più rigoroso d’Europa”, titola ad esempio Forbes, tra le principali riviste di economia degli Stati Uniti. “Mentre molti Paesi hanno cercato di convincere le persone a vaccinarsi con degli incentivi, altri Stati come l’Italia hanno utilizzato strategie più coercitive per far ricadere sui non vaccinati il ​​peso delle loro decisioni”, si legge nell’articolo.

Le imposizioni sul popolo italiano hanno catturato l’attenzione anche del Sueddeutsche, uno dei più importanti quotidiani tedeschi. “Niente stipendio senza Green Pass”, titola il pezzo, che illustra le proteste andate in scena a Torino da una minoranza di cittadini che si è riversata in piazza contro le regole del Governo. In Germania infatti non esiste alcun obbligo di Pass sul lavoro e per i lavoratori che hanno scelto di non vaccinarsi le aziende sono obbligate a fornirne almeno due test veloci a settimana ai propri dipendenti che lo richiedono. Insomma, il modo in cui l’Italia sta affrontando la situazione sta facendo scalpore in tutto il mondo. E’ il momento di chiedersi se continuare a creare divisioni sociali è il modo giusto per gestire questo particolare momento di crisi economica per molte famiglie.