fbpx

Caso Denise Pipitone, chiesta l’archiviazione per Anna Corona e Giuseppe Della Chiave

Chiesta l’archiviazione per Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, indagati in merito al caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone

Nelle scorse settimane la trasmissione ‘Quarto Grado’ aveva dato in anteprima un’importante notizia riguardante il caso Denise Pipitone. Il programma di Rete 4 aveva annunciato l’iscrizione nel registro degli indagati di Anna Corona, ex moglie di Piero Pulizzi (padre naturale di Denise) e madre di Jessica Pulizzi, a sua volta processata e poi assolta per il sequestro della piccola di Mazara del Vallo. Insieme a quello della donna, nel registro degli indagati figurava anche un nuovo nome, quello di Giuseppe Della Chiave, zio di Battista Della Chiave, il sordomuto che aveva affermato di aver visto Denise su uno scooter nel giorno della scomparsa, ma che per un errore di traduzione da parte dell’interprete (e dalla mancanza di collaborazione della famiglia) non venne creduto. Nel corso del programma di Rai2 “Ore 14”, è stata data la notizia della richiesta di archiviazione sia per Anna Corona che per Giuseppe Della Chiave.

L’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, ha dichiarato: “vedremo gli atti, nell’avviso, appena arrivato, non è neppure indicato il capo di imputazione. Lunedì faremo le copie degli atti, avremo 30 giorni per studiare questa mole di documenti, oltre 4.000 pagine che sono state prodotte in 4 mesi. I magistrati hanno fatto tanta attività. Per certi versi è un segnale di attenzione sul caso. Io non ho dubbi sul procuratore capo e su chi collabora con lui. A questo punto, valuteremo astrattamente la possibilità di fare opposizione. Non per screditare ma nel rispetto del contraddittorio, potrebbe essere utile anche per la Procura. Abbiamo fatto delle indagini difensive, le depositeremo anche noi. Dobbiamo vedere con molta serenità. Ho più volte detto che anche noi stavamo facendo il nostro, non siamo stati con le mani in mano. Se la scelta fosse quella dell’archiviazione, noi l’accetteremmo. Continueremo con le nostre ricerche di Denise Pipitone“.