fbpx

Reggio Calabria, lutto cittadino per Giacomo Battaglia: l’ultima intervista ai microfoni di StrettoWeb pochi giorni prima del malore [VIDEO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, l’ultima intervista di Giacomo Battaglia concessa ai microfoni di StrettoWeb pochi giorni prima del malore fatale: ecco le sue parole sul Teatro Siracusa

E’ morto stamattina l’artista, attore e comico reggino Giacomo Battaglia. Aveva 54 anni ed era stato colpito lo scorso giugno da un ictus, mentre combatteva da anni con una brutta malattia che non lo aveva mai fermato. Battaglia, infatti, aveva continuato a lavorare ed era rimasto sempre attivo. Pochi giorni prima del malore che l’ha costretto a un lungo coma farmacologico, aveva condotto un partecipatissimo evento culturale sul corso Garibaldi alla libreria AVE dove aveva intervistato Chiara Francini per presentare in città il suo romanzo “Mia madre non lo deve sapere” (vedi foto nella gallery a corredo dell’articolo). “Chi non ride è fuori moda” era il suo motto-emblema di uno stile di vita sempre positivo. Pochi giorni prima, la sua ultima intervista pubblica rilasciata proprio a StrettoWeb. La riportiamo integralmente:

Reggio Calabria, l’ultima intervista di Giacomo Battaglia ai microfoni di StrettoWeb pochi giorni prima del malore [VIDEO]

L’attore comico, che lavorava in coppia con Gigi Miseferi, è diventato famoso per le imitazioni, fra gli altri, di Bruno Vespa al teatro Bagaglino di Roma. “Ci lascia un profondo sentimento di commozione la notizia della scomparsa di Giacomo Battaglia, attore calabrese che in questi mesi ha combattuto una dura lotta per la vita”, scrive su Facebook il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. “Conserveremo – aggiunge – il ricordo dei sorrisi che dai palchi più importanti d’Italia ha strappato a tutti noi, insieme al suo compagno di sempre Gigi Miseferi. I loro sketch carichi di ironia e di talento resteranno nella memoria di tutti i calabresi e non solo. In queste ore di lutto ci uniamo alla sua famiglia, all’amico e collega Miseferi“. Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomata’, ha dichiarato il lutto cittadino per domani, nel giorno dei funerali che si terranno alle 15 nella Chiesa degli Artisti di San Giorgio al Corso, dopo che la città potrà tributare l’ultimo saluto a partire dalle 10:30 del mattino alla Camera Ardente allestita al Teatro Cilea. “Reggio Calabria – afferma Falcomata’ in una nota – ha perso il suo sorriso, Giacomo Battaglia e’ morto. Un artista di grande talento che ha portato sulle scene nazionali i colori del mediterraneo con una forza espressiva ineguagliabile. In lunghi anni di carriera, con l’inseparabile Gigi Miseferi, ha affascinato il pubblico teatrale, cinematografico e televisivo rappresentando una infinita gamma di emozioni e suggestioni che traevano direttamente le origini dal teatro dell’antica Grecia“. Il sindaco Falcomata’ ha anche disposto l’esposizione delle bandiere della sede municipale a mezz’asta. “Dietro la sua grandezza – dice ancora il Sindaco – c’era sempre una semplice, meravigliosa e inconfondibile risata che aveva la caratteristica di rendere le cose ancora piu’ divertenti, e quindi apprezzate dal grande pubblico, di quanto non fossero. Giacomo era legatissimo alla sua citta’ tanto che ne aveva sempre mantenuto la residenza. Ne onoreremo la memoria proclamando una giornata di lutto cittadino ed allestendo, per domani, martedi’ 2 aprile, la camera ardente all’ingresso del Teatro Francesco Cilea, il luogo piu’ adeguato dove rendere omaggio ad un grande reggino“.

La scomparsa di Giacomo Battaglia e’ una di quelle notizie che non vorresti mai sentire e che per quanto uno possa cercare di essere sempre realistico, in fondo al proprio cuore spera sempre che un miracolo possa accadere” ha detto il deputato Francesco Cannizzaro. “Perdiamo un caro amico – prosegue Cannizzaro – che della propria arte ha saputo fare grande un’intera citta’ e della propria sensibilita’ umana non ha mai privato nessuno. Giacomo prima di essere un grande artista e’ stato un grande uomo, semplice nella sua eccelsa bravura ma immenso nella gioia di vivere e di trasmettere sempre felicita’ e sorrisi al prossimo. Un esempio indiscusso di ‘regginità’ nel mondo dello spettacolo, dal teatro alla televisione, un vanto di cui dobbiamo andare fieri ed orgogliosi, ma ancora piu’ esemplare il suo discreto ed immancabile impegno civile di solidarieta’ per la propria terra ed i suoi amati concittadini, con spettacoli e manifestazioni di beneficenza svolti, addirittura, fino al giorno prima del riacutizzarsi della propria malattia”. “Un amore incondizionato per la sua citta’ di cui – sostiene ancora il deputato – non ha mai fatto mistero e, soprattutto, verso la quale si e’ sempre mostrato buono e generoso, in qualsiasi circostanza, non solo in quelle di facciata. Di Giacomo, figlio prediletto di Reggio Calabria, della sua vita e del suo inconfondibile sorriso, ne custodiremo gelosamente tutti un dolce e caro ricordo, per sempre, nel nostro cuore“.

Reggio Calabria, lutto cittadino per Giacomo Battaglia: commozione “col sorriso come voleva lui” alla camera ardente del Cilea per il “cuore amaranto” [FOTO, VIDEO e INTERVISTE]