Reggio Calabria: in corso lo sciopero dei lavoratori dell’Aeroporto dello Stretto. Amodeo: “chiediamo l’intervento del sindaco [FOTO e INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria: è in corso in queste ore la prima azione di sciopero indetta dal sindacato UilTrasporti Calabria presso l’Aeroporto dello Stretto

È in corso in queste ore la prima azione di sciopero indetta dal sindacato UilTrasporti Calabria presso l’Aeroporto dello Stretto. L’azione di protesta, accompagnata da un sit-in pacifico dei lavoratori interessati, è iniziata alle ore 10.00 e terminerà alle ore 14.00, prevedendo il coinvolgimento di tutti i dipendenti della SACAL S.p.A. in forza all’aeroporto di Reggio Calabria. “La prima azione di sciopero indetta, si è resa necessaria difronte all’assenza di ogni possibile risposta da parte della società lametina, al cospetto delle numerose istanze prodotte dalla segreteria regionale UILT Calabria, che hanno incontrato l’assenza di relazioni industriali, e quindi una palese indifferenza al dialogo – nonostante gli impegni presi in prefettura lo scorso febbraio – necessario per il ripristino delle dovute condizioni lavorative di tutto il personale operante presso lo scalo di Reggio Calabria”, affermano dalla UiltTrasporti. Si chiede, il giusto inquadramento professionale dei lavoratori, l’esposizione del piano industriale, la cessazione delle attività promiscue assegnate al personale addetto alla manutenzione, l’internalizzazione del servizio di pulizia e dell’ifopoint, l’ estensione dei contratti part-time a full time riguardanti la quasi totalità dei lavoratori operanti, l’implementazione e la stabilità dell’ offerta commerciale che oggi non garantirebbe l’occupazione , l’indotto e l’utenza costretta a dirigersi verso altri scali. La UILT Calabria chiede, inoltre, “l’autorevole intervento delle istituzioni, affinchè si possa uscire da una situazione che non lascia intravedere prospettive di lunga gittata, ponendo ulteriormente a rischio i livelli occupazionali, già fortemente compromessi a seguito del fallimento della ex società di gestione, che hal asciato fuori dal perimetro aziendale circa 60 lavoratori con esperienza pluriennale”. Il segretario regionale del TA Luciano Amodeo annuncia “la possibilità di indire una seconda azione di protesta di 24 ore, qualora dovesse persistere l’attuale atteggiamento aziendale, secondo il quale, l’assenza di dialogo non lascerebbe intravedere possibili piani di sviluppo. Intanto si assiste ad una continua spoliazione delle attività, con assenza di collegamenti internazionali, e di adeguati collegamenti nazionali che stanno fortemente penalizzando l’utenza dell’area metropolitana. Chiediamo l’intervento del sindaco”. Una lavoratrice, Elvira Loiacono, afferma ai microfoni di StrettoWeb: “serve un piano industriale serio che possa salvaguardare i lavoratori e lanciare lo scalo”.

Reggio Calabria: sciopero dei lavoratori dell’Aeroporto dello Stretto. Luciano Amodeo: “chiediamo l’intervento del sindaco” [VIDEO]

Reggio Calabria: sciopero dei lavoratori dell’Aeroporto. Massimo Pennino: “lo scalo non cresce e molti dipendenti sono a casa” [VIDEO]

Reggio Calabria: sciopero dei lavoratori dell’Aeroporto dello Stretto, intervista a Elvira Loiacono [VIDEO]


Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 2 votes.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE