Reggio Calabria, non rispettano le norme anti-Covid: chiusi 2 negozi che “consentivano assembramenti senza contingentare l’accesso dei clienti”, ma la stragrande maggioranza rispetta le norme [DETTAGLI]

Reggio Calabria: la Polizia Municipale ha chiuso due negozi per non aver rispettato le norme anti-Covid

Continua l’impegno anti-covid 19 delle forze dell’ordine a Reggio Calabria: in due giorni la Polizia Municipale ha chiuso due esercizi commerciali che non rispettavano le norme. L’impegno della Polizia Locale cittadina, guidata dal Comandante Zucco, sul fronte dei servizi anti Coronavirus ha messo a segno importanti risultati. La nuova fase dei controlli, secondo il dispositivo della Questura, vede infatti la Polizia Locale profondere il massimo sforzo nell’ambito delle verifiche delle attività commerciali.

Su detto fronte negli ultimi due giorni sono state effettuate oltre 50 ispezioni in altrettanti esercizi, e per due di loro è scattata la chiusura in quanto i titolari non rispettavano le misure anticovid poiché consentivano assembramenti all’interno dei locali adibiti alla vendita e non contingentavano l’accesso dei clienti. Nel fine settimana la squadra delle polizie specializzate agli ordini della dottoressa Stilo aveva sanzionato anche un pubblico esercizio.