fbpx

Coronavirus a Reggio Calabria, il questore Megale conferma: “il numero più alto di autocertificazioni è per andare a prendere il gelato da Cesare” [VIDEO]

Le norme imposte dal Dpcm prevedono la possibilità di fare acquisti d’asporto

“Siamo in zona rossa, quindi ci si può muovere solo in pochi ed eccezionali casi tra diversi comuni. Capisco che ogni tanto abbiamo bisogno di uscire, una delle scuse più frequenti è stata “sto andando a prendere il gelato da Cesare”. E’ la frase più gettonata fra le scuse, ma se da un lato è possibile ritirare il gelato d’asporto, bisogna però ricordare che non si possono fare assembramenti o passeggiate”. Ad affermarlo il questore di Reggio Calabria, Bruno Megale, nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Rtv. Queste dichiarazioni confermano quanto riportato nelle scorse settimane su StrettoWeb: al momento dei controlli le forze dell’ordine hanno raccolto una grande quantità di autocertificazioni con questa giustificazione. E’ il segno evidente che i reggini hanno un’enorme voglia di tornare al più presto alla normalità e, nel rispetto nelle normative anti-Covid, stanno intanto continuando a gustare i fantastici prodotti di Cesare per superare al meglio questi giorni di particolare apprensione.

Reggio Calabria, la scusa più gettonata ai controlli è: “vado a comprare il gelato di Cesare” [VIDEO]