Calabria: rinvenuti 30 chili di materiale esplodente di fabbricazione artigianale, una denuncia

Calabria, l’attenzione dei Carabinieri ricadeva su una serie di piccoli casolari situati all’interno di una proprietà privata

Nel corso della tarda mattinata del 3 giugno, i Carabinieri della Stazione di Soriano Calabro, durante un normale servizio perlustrativo, si recavano presso la località “Fragostino” per intervenire su problematiche inerenti questioni private tra vicini.

Nella circostanza, l’attenzione dei militari ricadeva su una serie di piccoli casolari situati all’interno di quella proprietà privata. Avuta la presenza del proprietario del terreno, i militari hanno iniziato ad ispezionare tali casolari quando, in uno di questi, hanno individuato alcuni artifizi confezionati artigianalmente, privi di miccia.

Il peso di tale materiale è stato ritenuto da subito particolarmente consistente. Il personale dei Carabinieri Artificieri di Catanzaro ha calcolato il peso degli artifizi in 30 chilogrammi lordi.

I militari, inoltre, hanno ulteriormente accertato che il proprietario del terreno non aveva titolo alcuno per detenere materiale esplodente.

Per tale motivo, verificata la pericolosità del materiale esplodente, i Carabinieri hanno sequestrato, ai fini della successiva distruzione in sicurezza, il materiale esplosivo. Per il proprietario del terreno, un soggetto originario di Soriano Calabro, 59enne, invece, è scattata la denuncia per detenzione senza titolo autorizzativo di materiale esplodente.