Reggio Calabria, ritrovata l’auto dell’uomo che ha dato fuoco all’ex moglie: l’ha abbandonata in pieno centro [FOTO LIVE E DETTAGLI]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria: l’auto di Ciro Russo è stata ritrovata in pieno centro, tra via Trieste e via Genova

E’ stata ritrovata in pieno centro l’auto di Ciro Russo, l’uomo che questa mattina alle 8:40 ha dato fuoco alla ex moglie in via Frangipane a Reggio Calabria. L’uomo, di corporatura robusta, brizzolato, alto 1.88 mt, con occhi marroni, dopo il tentato omicidio, si è allontanato a bordo di un’autovettura Hyundai i30 di colore grigio scuro targata FF685FW che è stata ritrovata tra via Trieste e via Genova, nel centro cittadino. L’automobile è stata abbandonata a bordo strada, frettolosamente parcheggiata alla buona, intorno alle ore 13:00. Gli agenti della Polizia che da stamattina sono sulle tracce del napoletano 42enne che è evaso dagli arresti domiciliari dove si trovava ristretto ad Ercolano (Napoli) per arrivare a Reggio e aggredire l’ex moglie dandole fuoco (la donna è ancora ricoverata in Ospedale in gravi condizioni, con pesanti ustioni), stanno cercando di capire tramite le telecamere di videosorveglianza della zona, se Russo abbia proseguito la fuga a piedi o se si sia servito di altri mezzi. Nella gallery a corredo dell’articolo tutte le immagini dell’auto ritrovata all’incrocio tra via Trieste e via Genova.

Reggio Calabria, la donna aggredita e bruciata dall’ex marito trasportata d’urgenza al Policlinico di Bari con un volo speciale dell’Aeronautica Militare: è in gravi condizioni [DETTAGLI]

Reggio Calabria, arrestato Ciro Russo: beccato nei pressi di una pizzeria dopo 36 ore di ricerche l’uomo che ha dato fuoco all’ex moglie