fbpx

Quelle volte che Calenda criticò Renzi: “mai alleato con lui, come politico mi fa orrore”

Matteo Renzi Carlo Calenda Foto di Giorgio Onorati / Ansa

Forza Italia riporta alla luce le dichiarazioni in cui il leader di Azione parlò contro Matteo Renzi

“Non farò un’alleanza con Renzi, l’ho detto seimila volte!”. Sono passati circa due anni da quella dichiarazione netta, chiara da parte di Carlo Calenda. Il segretario di Azione parlava così: era l’11 settembre del 2020, durante la trasmissione Accordi&Disaccordi, condotta da Luca Sommi e Andrea Scanzi, di possibili alleanze non c’era neppure la minima possibilità. “Non farò politica con Renzi. Il suo modo di fare politica mi fa orrore. Sono chiaro? Devo mettere una bandiera? Me lo scrivo sul braccio?”, ripeteva in un’altra intervista dell’anno successivo, ai microfoni di La7. Insomma, niente lasciava presagire quello che, invece, si è visto oggi.

In queste ore è nato ufficialmente il Terzo polo tra due leader che hanno “litigato molte volte, ma sono più i temi in cui ci si trova d’accordo”. Una possibilità che però Calenda non si era prefissato fino a poco tempo fa, come dimostra un’altra dichiarazione rilasciata sempre su La7, riferendosi al progetto di “grande centro” prospettato da Renzi. Il segretario di Azione in quell’occasione aveva ribadito: “di Renzi non me ne frega niente. Di questo centro come fritto misto che una volta va a destra e una a sinistra a seconda di che posto gli danno mi fa orrore”. Parole che a questo punto si dimostrano poco credibili, alla faccia della coerenza.

A mettere in evidenza tutti questi ricordi è stata Forza Italia. Il partito di Berlusconi, in un post pubblicato su Twitter, scrive: “ha detto sei milioni di volte… ma alla fine se ne è dimenticato!”. Critica severa anche da parte del senatore Maurizio Gasparri“Calenda la Trottola continua a girare come un ossesso. Confermandosi la persona meno affidabile del panorama politico. Firma il patto con Letta, rompe il patto con Letta. Dà baci a Letta sapendo che entrerà in campo nella loro coalizione anche Fratoianni ma poi si rimangia il bacio emulando noti precedenti di baci seguiti da tradimenti. Adesso si allea con Renzi dopo aver proclamato precedentemente in maniera drastica e convinta: ‘non mi alleerò mai con Renzi’. Difatti questa settimana si allea con lui. Che farà Calenda la Trottola la prossima settimana?”, ha chiosato l’esponente azzurro. E come una trottola Calenda ha fatto una bella rivolta, passando prima con il Pd di Letta e ora Italia Viva di Renzi. Se le sue parole, però, hanno davvero sempre lo stesso tempo allora viene da domandarsi per quanto tempo potrà durare il neonato Terzo polo.