Categoria: FOTO & VIDEOFoto MessinaFoto SiciliaGalleryMESSINANEWSSICILIA

Messina: 26 anni fa Cosa nostra uccideva Beppe Alfano

26 anni fa la mafia uccideva il cronista originario di Messina Beppe Alfano, in Aula in ricordo della parlamentare Carolina Varchi (FdI): “Coltivare la memoria per essere cittadini liberi”

Uomo di destra, giornalista libero, pagò con la vita le sue coraggiose inchieste sulla mafia siciliana e sugli intrecci tra politica e massoneria”: con queste parole Carolina Varchi, deputato nazionale di Fratelli d’Italia, ha ricordato in aula Beppe Alfano,  cronista originario di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.

In occasione del ventiseiesimo anniversario della morte del giornalista, ucciso da Cosa Nostra appena quarantasettenne, la parlamentare ha sottolineato la necessità di “coltivare la memoria dei grandi siciliani come lui per forgiare donne e uomini liberi”.

Purtroppo – commenta Varchi – la giustizia ha consegnato alla storia soltanto la mano che ha eseguito il delitto, ma non la mente mafiosa che l’ha voluto”.

La parlamentare nazionale di FdI Carolina Varchimore