Le baracche di Messina in onda su Rai 1, lo sfogo di De Luca contro Salvini e Di Maio: “Ci avete lasciato da soli a combattere questa vergogna”

/

Le telecamere Rai tornano nelle baracche di Fondo Fucile, il sindaco di Messina: “Salvini aveva promesso di aiutarci”

Le baracche di Messina tornano in diretta tv su Rai 1. Stamattina le telecamere delle trasmissione “Storie Italiane”, sono ritornate a Fondo Fucile, per raccontare le condizioni in cui vivono gli abitanti della baraccopoli della città dello Stretto. Ad attenderle c’era anche il sindaco De Luca, che ha ribadito in diretta tv come, senza la dichiarazione dello stato di emergenza, negata da Roma, le procedure di sbaraccamento ovviamente seguiranno ritmi molto più lenti. Dal sindaco la promessa che entro agosto-settembre i nuclei familiari di Fondo Fucile verranno spostati presso i nuovi alloggi che acquisterà il Comune con i finanziamenti della Regione. De Luca ha avuto anche l’occasione di ribadire che Messina è l’unica città terremotata a non avere mai ricevuto fondi dal Governo. Qualche minuto dopo la diretta tv, il sindaco sulla sua pagina fb ha puntato il dito contro il Governo nazionale. “Abbiamo chiarito stamani a Storie Italiane che lo sbaraccamento in tempi record si poteva fare con la dichiarazione delle stato di emergenza. Salvini si era impegnato a sostenerci in questa vicenda. Di Maio afferma che il male anche di questa vicenda è’ la burocrazia. Intanto siamo stati lasciati soli a combattere le vergogne del passato. Nonostante tutto andiamo avanti con i nostri mezzi e le nostre strategie. In 28 anni dalla legge regionale 10/90 sono stati realizzati ed assegnati circa 500 immobili. Vediamo quanti immobili realizzerà ed assegnerà in cinque anni il Sindaco De Luca.Tutto il resto non conta! Ne riparliamo tra qualche anno”– ha concluso il sindaco.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...