Reggio Calabria: in centinaia al presidio di solidarietà per Mimmo Lucano, c’è anche l’ex sindaco di Messina Accorinti [FOTO e INTERVISTE]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Oltre 600 persone a Reggio Calabra al presidio di solidarietà per il sindaco di Riace Mimmo Lucano

Centinaia di persone questo pomeriggio hanno preso parte alla manifestazione a Reggio Calabria, a pochi metri dalla Prefettura,  in segno di solidarietà al sindaco di Riace Mimmo Lucano. La manifestazione era stata inizialmente organizzata nell’area del Cedir, sede della Procura, ma la Questura ha disposto il divieto di qualsiasi iniziativa. Tanti i cartelli esposti, tra cui quelli riportanti la scritta “Mimmo libero”. “Mimmo Lucano e’ un obiettore di coscienza, non un criminale”, lo slogan piu’ gridato dai manifestanti. Tra le sigle presenti, quelle di Potere al Popolo, Cgil, Sul, Legambiente, Anpi, Agesci, Reggionontace. Il sindaco di Riace attualmente agli arresti domiciliari per presunti illeciti nella gestione dei migranti e dell’affidamento della raccolta dei rifiuti nel comune della locride. Mimmo Lucano, insieme ai suoi legali, oggi è stato ascoltato dal Tribunale del riesame che dovrà decidere, nei prossimi giorni,  se confermare o revocare la misura cautelare richiesta dalla procura di Locri.