Baracche a Messina, al via lo sgombero: sei famiglie di Camaro andranno negli alloggi già pronti

/

Baracche a rischio crollo a Messina: sei famiglie di Camaro lunedì andranno in una nuova casa

A Messina prende il via l’operazione di sbaraccamento e i primi nuclei familiari a cui saranno destinate le nuove abitazioni sono le sei famiglie che vivono nelle casette fatiscenti di via Cacciola. A lanciare l’allarme nei giorni scorsi era stato il consigliere della Terza Circoscrizione Cacciotto, che aveva  segnalato un preoccupante avvallamento del manto stradale sui cui sorgono le baracche, oltre alla presenza di numerose crepe tra i muri.

Alle famiglie lunedì prossimo saranno assegnate le abitazioni già pronte in un lotto di quarantasei alloggi. Lo ha detto sindaco di Messina De Luca, che ieri in serata ha effettuato un sopralluogo, appurando di persona il cedimento strutturale delle sei baracche, derivante da una perdita della condotta idrica e fognaria. Queste strutture, oltre ad essere abusive, sono state realizzate su un luogo che originariamente era suolo stradale. “Nessuna struttura con certificato di agibilità e adeguamento statico potrebbe avere cedimenti- spiega il sindaco– e non è una perdita che determina i cedimenti. Sono le baracche che sono fatiscenti e senza nessuna struttura di sostegno e non si può vivere in delle strutture che hanno la minima perdita d’acqua sono a rischio crollo. Entro fine settembre– dice De Luca- completeremo lo sgombero della zona assegnando le altre 40 unità abitative agli aventi diritto già in graduatoria”. Appresa la notizia il consigliere Cacciotto ha commentato: “ho appreso non dai soggetti istituzionali, bensì da alcuni residenti, dell’accaduto; la mia nota è stata evidentemente sottovalutata come spesso accade per i consiglieri di Circoscrizione, anche da parte di chi è stato consigliere circoscrizionale. La cosa che mi rincuora che il pericolo sia scampato e che adesso si velocizzino le operazioni per assegnare gli alloggi di Camaro Sottomontagna agli aventi diritto”.