La California devastata da un incendio: è il più grande della storia [FOTO e VIDEO]

  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/

La California è dal 27 luglio che brucia: si tratta del più grande incendio della storia americana

La California continua a bruciare. Dal 27 luglio lo Stato americano è devastato da quello che è stato definito come il più grande incendio della storia americana. L’incendio è scoppiato a nord-ovest di Sacramento. Le fiamme stanno distruggendo un’area pari a a 1.145,26 chilometri quadrati. Secondo la protezione civile californiana le fiamme sono cresciute di circa l’80% e l’incendio potrebbe durare fino a settembre. Sono oltre 14mila i vigili del fuoco impegnati nello spegnimento, oltre 2.000 le residenze distrutte, 4.400 i residenti evacuati e 8 vittime.  Gli incendi sono “estremamente veloci, estremamente aggressivi, estremamente pericolosi”, ha detto Scott McLean, vice capo del Dipartimento forestale e protezione antincendio della California. “Guardate quanto è diventato grande nel giro di pochi giorni. Guardate quanto velocemente il Mendocino Complex è salito al primo posto in classifica”, ha aggiunto ribadendo che questo “di solito non succede”.