fbpx

Ucraina, cresce l’allarme di una guerra nucleare. Borrell: “fase pericolosa”

guerra nucleare

La guerra “è entrata in una nuova fase perché è una guerra tradizionale contro una potenza nucleare”: lo ha spiegato l’Alto rappresentante della politica estera Ue

Le parole di Josep Borrell, Alto rappresentante della politica estera Ue, suonano di allarme in vista delle prossime evoluzioni della guerra in Ucraina. La guerra “è entrata in una nuova fase, ma una fase pericolosa, perché è una guerra tradizionale contro una potenza nucleare: è uno scenario preoccupante e dobbiamo mostrare che continueremo a sostenere l’Ucraina”, ha comunque sottolineato. La Russia, ha poi aggiunto Borrell, “continua ad avere superiorità di fuoco e di effettivi. Ora avremo una politica estera chiara verso l’Ucraina, mentre prima era sussidiaria alla nostra politica verso la Russia perché dipendenti dall’energia russa”.

“Putin crede che la democrazia sia debole, che non sopporteremo un inverno freddo e che con i prezzi alti e le temperature basse si indebolirà il sostegno all’Ucraina. Ma i cittadini europei sanno che la sicurezza dell’Ucraina è legata indissolubilmente alla nostra. Se c’è un prezzo da pagare – ha concluso Borrell – gli europei devono capire che vale la pena farlo e che lo sforzo che faremo entrerà nella storia, che l’Unione Europea unita ha resistito a un assalto di un sistema diverso dal nostro”.