Ocean Viking, ok di Malta allo sbarco dei migranti. Il medico di bordo: “È la fine di incubo, ma resta la vergogna. Lasciati in mare per 14 giorni”

  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/

A bordo dell’Ocean Viking esplode la gioa, la nave sbarcherà a Malta: i migranti saranno distribuiti in Germania, Francia, Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e Romania

Da Malta arriva l’ok per lo sbarco dei 356 naufraghi che da ormai due settimane sono a bordo della nave Ocean Viking. Lo ha annunciato il premier maltese Joseph Muscat su Twitter: “Malta trasferirà queste persone su navi militari in acque internazionali e le porterà a terra. Tutti i migranti saranno distribuiti in altri Paesi europei: Germania, Francia, Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e Romania. Nessuno resterà a Malta”. L’accordo è stato raggiunto  in seguito a “discussioni con la Commissione europea e un certo numero di Stati membri, soprattutto Francia e Germania“.

Entro poche ore sbarcheremo a Malta. È gioia sulla Ocean Viking. È la fine di un incubo per i 356 sopravvissuti a bordo”. Ha commentato Luca Pigozzi, medico di Medici senza Frontiere a bordo della nave Ocean Viking. Sul ponte, prosegue il medico in un video postato su twitter, “sono in corso i festeggiamenti” ma occorre sottolineare che “per 14 giorni siamo stati in mare senza che nessuno si prendesse cura delle 356 persone soccorse e questo rimane sicuramente una vergogna”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE