fbpx

Messina, tenta di aprire una nuova via alpinistica ma si ferisce a causa del distacco di un blocco di roccia: salvato dal Soccorso Alpino

soccorso alpinista messina

Messina. Mentre tentava di aprire una nuova via di ascensione nei pressi di Castelmola, alpinista viene ferito ad una gamba da un blocco di roccia staccatosi dalla parte. Impossibilitato a muoversi è stato salvato dal Soccorso Alpino

Nel tardo pomeriggio di ieri, militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF) di Nicolosi sono intervenuti in località Monte Venere, nel comune messinese di Castelmola ed hanno soccorso un alpinista feritosi accidentalmente.

Alle ore 18:15 circa di ieri, infatti, le fiamme gialle etnee del SAGF sono state allertate da uno scalatore che segnalava un incidente avvenuto ad un compagno di cordata, durante l’apertura di una nuova via di ascensione alpinistica, in località Monte Venere, nel comune di Castelmola. Il malcapitato alpinista era stato colpito alla gamba da un blocco di roccia, staccatosi accidentalmente. Subito dopo l’incidente il secondo alpinista, illeso, ha immediatamente inoltrato il punto GPS dell’incidente ed ha provveduto a mettere in sicurezza il compagno ferito.

Alle ore 19 l’intervento di 2 pattuglie, la prima proveniente da Nicolosi mentre l’altra dal versante Etna Nord. Entrambe sono riuscite a raggiungere l’infortunato solotanto in serata a causa delle non poche difficoltà generate dall’impervietà della zona.

Il ferito, che presentava un trauma al ginocchio sinistro che ne impediva il movimento, veniva immobilizzato con i presidi sanitari in dotazione e veniva imbarellato su struttura di trasporto titan basket e mosso lungo un ripido pendio. Manovra resa ancora più difficoltosa dal sopraggiungere dell’oscurità.

Dopo circa 2 ore di tragitto, giunti alla base del pendio nei pressi del parcheggio, il ferito, ormai in sicurezza, veniva accompagnato dal compagno di cordata al Policlinico di Messina per gli accertamenti del caso. Le operazioni coordinate dalla Sala Operativa del Comando Provinciale di Catania si concludevano nella notte.