“Informazione e libertà di pensiero”: a Messina il convegno organizzato dall’Ordine dei giornalisti

  • Enzo Iacopino
    Enzo Iacopino
  • Caterina Malavenda
    Caterina Malavenda
/

Presso la Corte d’Appello di Messina il convegno su informazione e libertà di pensiero: focus sull’inchiesta Double face

Carcere per diffamazione, le sanzioni della Corte di Strasburgo all’Italia, le lusinghe del potere come bavaglio alla stampa, attuali come mai in Sicilia dopo l’inchiesta “Double face” che ha portato all’arresto dell’ex presidente di Sicindustria Antonello Montante. Ma anche il caso di Paolo Borrometi, giornalista sotto scorta ormai da tempo, che martedì scorso ha testimoniato al Tribunale di Siracusa al processo che vede imputato Francesco De Carolis, 44 anni, siracusano, accusato di minacce gravi e violenza privata aggravate dal metodo mafioso. Sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati al convegno “Informazione e libertà di pensiero” che si svolgerà in Corte d’appello a Messina il 15 giugno a partire dalle ore 16. Relatori all’incontro organizzato da Agi, Ordine degli avvocati e Ordine dei Giornalisti, nell’ambito della formazione permanente, l’avvocato Caterina Malavenda, esperto in diritto dell’informazione e Enzo Iacopino, presidente emerito del Consiglio dell’Ordine di giornalisti. L’evento, coordinato dall’avvocato Aurora Notarianni, è accreditato per avvocati (2 crediti più 1 deontologia) e giornalisti (6 crediti).