G7 in Canada, Conte: “rappresento in modo forte gli interessi di tutti gli italiani” [FOTO]

  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
  • Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
    Palazzo Chigi/Filippo Attili/LaPresse
/

Il premier Conte durante il G7 apre ad un possibile reintegro della Russia

Prima dell’inizio del G7 di Charlevoix il premier Giuseppe Conte ha incontrato il presidente della commissione europea e successivamente il presidente del consiglio Ue Donald Tusk. “Rappresento in modo forte, deciso e determinato gli interessi di tutti gli italiani. Sono il portavoce degli italiani”.  “Valuteremo le posizioni, dobbiamo ancora iniziare il G7”, ha detto il premier a margine del summit rispondendo a chi gli domanda se l’Italia metterà il veto sulle sanzioni alla Russia. “Siamo aperti al dialogo, ma questo non significa stravolgere un percorso definito, legato anche all’attuazione degli accordi di Minsk”. “Siamo collocati confortevolmente nella Nato: non è in discussione assolutamente la collocazione internazionale dell’Italia ma sicuramente siamo per il dialogo e siamo molto attenti a che le sanzioni non impattino sulla società civile russa”.