Sant’Eufemia d’Aspromonte: un emozionante concerto a conclusione delle celebrazioni per la Madonna del Carmine

/

I giovani allievi del maestro di musica Angela Luppino hanno allietato i presenti con brani classici e moderni tutti dedicati alla figura di Maria

Le celebrazioni per la Madonna del Carmine, come sempre molto sentite a Sant’Eufemia d’Aspromonte, sono terminate martedì 17 luglio dopo tre giorni di festeggiamenti. A conclusione della Santa Messa nella Chiesa di Sant’Ambrogio, celebrata dal parroco don Marco, i giovani allievi del maestro di musica Angela Luppino hanno allietato i presenti con brani classici e moderni tutti dedicati alla figura di Maria, madre di Gesù. I brani mariani sono stati interpretati dai giovanissimi Ilenia Napoli, Lorena Garzo, Giuseppe Antonino Rugnetta, con la partecipazione straordinaria di Noemi Flores. Ad esibirsi di fronte al folto pubblico anche le tre piccole Alessandra Luppino, Giusy Marafioti e Maraia Luppino. Tra i brani interpretati anche l’Ave Maria Pagana tratta dal musical Notre Dame de Paris, l’Ave Maria di Fabrizio De Andrè. Ad accompagnare i ragazzi anche Anastasia Vadalà, arpista di Mosorrofa che fa parte del Coro Polifonico del teatro Cilea di Reggio Calabria e frequenta in Lombardia un Master in Arpaterapia. Emozione palpabile tra il pubblico per le voci e la bravura di questi ragazzi che a tutti gli effetti, come ha sottolineato anche il parroco, devono essere considerati delle ricchezze e delle eccellenze per la comunità eufemiese. Il Laboratorio Musicale del maestro Luppino è attivo da anni e il saggio finale è ormai un momento molto atteso e vissuto intensamente dagli allievi che hanno modo di mettere alla prova le proprie capacità e di dimostrare quanto, nel corso degli anni, siano professionalmente cresciuti. E il plauso da parte dei presenti è il giusto sigillo di un anno carico di lavoro e di studio.

Questo slideshow richiede JavaScript.