Messina, le squadre speciali antiterrorismo dei Carabinieri in presidio a Piazza Cairoli: denunce e controlli a Camaro, Provinciale, Bordonaro e Giostra

/

Messina, presidio dei Carabinieri del Comando Provinciale a piazza Cairoli. Nel Week End controlli in alcuni quartieri della citta’

I Carabinieri del Comando Provinciale di Messina, nella giornata di domenica, hanno effettuato un ulteriore servizio di prevenzione, concordato in sede di Comitato per l’Ordine e Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Maria Carmela Librizzi, in Piazza Cairoli e nelle vie limitrofe del centro cittadino. Nei servizi sono stati impiegati alcune pattuglie di militari che hanno vigilato a piedi il centro cittadino supportate dalla presenza delle gazzelle, dai servizi di carabinieri motociclisti del Nucleo Radiomobile e da personale in abiti civili del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri Messina Centro. Nel dispositivo di vigilanza schierato, nella giornata, nel centro cittadino anche le “Squadre Operative di Supporto”, che presidiano i principali obiettivi sensibili del Capoluogo in sinergia con i militari del Comando Provinciale di Messina. Sono unità speciali antiterrorismo, messe in campo dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, composte da uomini appositamente addestrati ed in grado di fronteggiare le situazioni più particolari. I militari sono dotati di un equipaggiamento speciale nonché di attrezzature in uso normalmente ai reparti d’élite dell’antiterrorismo. Alla luce del sempre maggiore afflusso di giovani, di cittadini e di turisti che, con l’arrivo della bella stagione, frequentano il centro sono stati predisposti i servizi preventivi dell’Arma al fine di garantire a tutti la massima cornice di serenità e sicurezza per godere a pieno della piazza e delle vie del centro cittadino. L’impegno dell’Arma proseguirà anche nelle prossime settimane con analoghi servizi preventivi. Parallelamente, all’impegno nell’area del centro cittadino, è stata sviluppata nell’arco dell’intero fine settimana, una mirata attività di controllo ad ampio raggio nei quartieri di Camaro, Provinciale, Bordonaro e Giostra. 13 le persone denunciate di cui: 2 per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio, 2 per ricettazione, 2 per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari inerenti lo stato di eventuale alterazione psicofisica mentre si trovavano alla guida di veicoli, 1 per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. 3 le persone segnalate alla Prefettura come assuntori di stupefacenti con il sequestro complessivo di 11 grammi di stupefacente del tipo marjuana e cocaina. Sono state inoltre effettuate 2 perquisizioni domiciliari e 19 perquisizioni di veicoli e controllati complessivamente 115 veicoli e 278 persone. Elevate inoltre numerose sanzioni per infrazioni al codice della strada con il sequestro di 3 veicoli perché privi di copertura assicurativa ed il ritiro di 4 patenti di guida. Nell’ambito della campagna sulla “sicurezza stradale” è stato dato anche un giro di vite ai comportamenti scorretti degli utenti della strada che aumentano i rischi delle conseguenze di eventuali sinistri stradali, quale il mancato uso del casco, l’uso del cellulare alla guida dei mezzi nonché il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza sui veicoli. Ebbene, nell’arco del fine settimana i Carabinieri hanno elevato oltre 30 contravvenzioni al codice della strada nelle 3 anzidette infrazioni, constatando che soprattutto il mancato uso delle cinture di sicurezza alla guida dei veicoli (con 17 sanzioni elevate) continua ad essere la regola meno rispettata della circolazione stradale, principalmente fra i giovani messinesi (l’80% delle infrazioni riguarda i giovani sotto i 30 anni).