Categoria: EDITORIALINEWSSPORT

Sud Corea, aveva abusato della campionessa Shim Suk-hee: coach condannato a 10 anni per violenza sessuale

Cho Jae-beom condannato a 10 anni per violenza sessuale: l’allenatore aveva abusato della campionessa olimpica sudcoreana Shim Suk-hee

Shim Suk-hee ha ottenuto giustizia. La campionessa olimpica sud coreana di pannitaggio di velocità, che vanta 4 medaglie fra le quali 2 d’oro nella staffetta di Sochi 2014 e PyeongChang 2018, ha accolto con favore la sentenza che ha condannato Cho Jae-beom, ex allenatore della nazionale olimpica della Sud Corea di short track, a 10 anni per violenza sessuale. L’uomo ha molestato sessualmente per circa 3 anni la pluricampionessa olimpica che nel 2019 trovò la forza di denunciare l’accaduto creando grande scalpore in tutto il Paese. Il tribunale distrettuale di Suwon, situato a 50 km a sud di Seul, ha riconosciuto Cho colpevole della violazione delle leggi contro gli abusi sui minori (la ragazza all’epoca dei fatti aveva 17 anni, ndr), giudicandolo “altamente condannabile”. Il coach “ha commesso violenza sessuale con la forza, usando ripetutamente l’incapacità della vittima di protestare contro il suo allenatore di pattinaggio di velocità”.