fbpx

Reggio Calabria, la promessa di Spirlì: “l’emergenza rifiuti è momentaneamente risolta, da lunedì raccolta straordinaria in città e provincia”

spirlì calabria

“Non possiamo lasciare una città bella come Reggio Calabria e i comuni della sua provincia coperti di spazzatura”: lo ha affermato Nino Spirlì

Non vuole essere un “promettitore seriale di cose inutili” il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì. In una delle sue classiche dirette social il governatore leghista ha riferito dell’incontro che si è tenuto oggi alla Cittadella Regionale “Jole Santelli” con il Sindaco Giuseppe Falcomatà e l’assessore all’Ambiente Sergio De Caprio. “Il problema è momentaneamente risolto, da lunedì comincia la raccolta straordinaria per arrivare al conferimento di tutti i rifiuti, non possiamo lasciare una città bella come Reggio Calabria e i comuni della sua provincia coperti di spazzatura rendendo la vita non vivibile per le persone che ci abitano e nemmeno appetibile per i turisti”, ha affermato Spirlì.

La situazione è molto grave, ecco che è stato necessario prendere alcune decisioni specifiche. “Mangiare un gelato e andare in ufficio diventa una cosa abbastanza triste – ha proseguito – . La raccolta sarà effettuata da lunedì e si arriverà al “giorno zero”. Però voglio lanciare un messaggio importante: molta gente dice che non pagherà più la tassa della spazzatura, ma i Comuni per far si che la spazzatura venga portata nei centri di raccolta devono pagare una quota ad un meccanismo che è all’interno della Città Metropolitana. Sono mancati alcuni passaggi perché in molti non pagano le tasse, la Tari è stata interrotta e molti Comuni non hanno incassato la loro quota, non sono per questo riusciti a garantire un circuito funzionante”.