fbpx

Atalanta, il cuore non basta. In 10 per un rosso esagerato, il Real Madrid passa di misura a 4 minuti dalla fine

Foto di Paolo Magni / Ansa

Il Real Madrid batte di misura l’Atalanta con un gol all’86’ di Mendy: partita condizionata da un rosso esagerato a Freuler

L’Atalanta ci ha abituato a gare in cui classe e talento l’hanno sempre fatta da padrone, ma specialmente in Europa, i bergamaschi hanno sempre giocato con una marcia in più data dal cuore e dalla grinta. Oggi la prova lampante, se mai ce ne fosse ancora bisogno, di essere di fronte alla crescita di una nuova big del calcio italiano. Agli ottavi di Champions League contro il Real Madrid, in 10 per un’espulsione esagerata, i ragazzi di Gian Piero Gasperini hanno tenuto testa ai Blancos fino a 4 minuti dal termine.

Vero, l’infermeria del Real Madrid potrebbe formare una squadra da scudetto: Benzema, Carvajal, Hazard, Marcelo, Sergio Ramos sono solo alcuni degli assenti eccellenti, ma gli infortuni fanno parte del gioco. Situazione differente invece quando un giocatore lo perdi, a partita in corso, per una decisione molto dubbia dell’arbitro. Serata nera per il fischietto tedesco Stieler che, fra le tante decisioni al limite (per non dire sbagliate), sventola anche un rosso esagerato a Remo Freuler per un intervento al limite dell’area su Vinicius. L’Atalanta perde un centrocampista chiave, è costretta a sostituire Zapata, a rinunciare alla sua anima offensiva e a difendersi in 10 contro l’arrembaggio degli spagnoli. Il fortino tiene fino all’86’ quando Mendy pesca il jolly da fuori area. Finisce 0-1 per il Real Madrid che al ritorno avrà 2 risultati su 3 disponibili: ma 11 contro 11 potrà essere una partita diversa, magari l’ennesimo miracolo europeo dell’Atalanta.