Le Ricette di StrettoWeb – Pasta e ceci calabrese

/

Le Ricette di StrettoWeb: ghiotto appuntamento alla scoperta della “Pasta e ceci calabrese”

Pasta e ceci è un piatto tipico della tradizione calabrese che si prepara con un rituale preciso, mettendo a bagno, la sera prima, i ceci, cuocendoli con tutti gli aromi il giorno dopo, preparando la pasta fatta in casa e utilizzando il guanciale o pancetta di maiale ed il peperoncino. Questo è un primo della cucina povera calabrese ma negli ultimi anni ha riacquistato valore come piatto unico, nutriente e adatto al clima freddo. In questa ricetta uso i ceci precotti ed il risultato è, ugualmente, magnifico.

Difficoltà: molto facile

Preparazione: 20 minuti

Cottura: 20 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: molto basso

INGREDIENTI

280 g. di tagliatelle senza uova

400 g. di ceci

80 g. pancetta affumicata

1 spicchio d’aglio

Semi di finocchio

Peperoncino q.b.

Rosmarino q.b.

Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

Occorre davvero poco tempo: se usiamo le tagliatelle secche, prima di metterle a bollire, vanno spezzettate e cotte al dente, l’acqua di cottura va conservata. Mentre l’acqua bolle, rosoliamo in padella la pancetta affumicata con poco olio d’oliva e uno spicchio d’aglio; aggiungiamo i ceci precotti dopo averli sciacquati, i semini di finocchietto, il rosmarino e del peperoncino. Lasciamo insaporire i ceci con la pancetta, usando un po’ di acqua di cottura della pasta. Trasferiamo la pasta al dente nella padella con i ceci, aggiungiamo ancora un po’ di acqua di cottura della pasta e lasciamo cuocere qualche minuto. Serviamola calda con una spolverata di peperoncino secco ed un filo di olio d’oliva.

Conservazione

Questo piatto può essere conservato in frigorifero, in un contenitore ermetico, per non più di 1/2 giorni al massimo.

Curiosità e benefici dei ceci

La ricetta di pasta e ceci sembra avere origini arabo-siciliane infatti nel 1154 se ne parla nel testo di un geografo arabo che disegnò la carta del mondo per conto del re Ruggero II di Sicilia. I ceci sono legumi gustosi e salutari, aiutano ad aumentare il livello del ferro che è uno dei principali componenti del legume e grazie al contenuto di acidi grassi omega 3 sono validi alleati del sistema cardiovascolare; contribuiscono, infatti, a controllare la pressione arteriosa e ad aumentare i valori del colesterolo HDL, buono, riducendo i valori di quello cattivo. Sono ricchi di molti sali minerali fra cui magnesio, calcio, fosforo ed una buona quantità di vitamine C e B. Il binomio pasta e ceci, come pure pasta e fagioli, contiene tutti gli 8 aminoacidi essenziali che il nostro organismo non produce e di cui ha bisogno; tutto si può dire dei ceci, tranne che è un cibo povero!

Il consiglio della zia

I ceci sono un alimento mediamente calorico ma molto proteico, tanto da essere stati  definiti “la carne dei poveri”; una insalata estiva stuzzicante ma nutriente che suggerisco di provare include, oltre i ceci, pomodorini o pomodori secchi, rucola, olive e cipolla di tropea; un’altra ricetta gustosa da provare è l’hummus di ceci che, dopo la cottura, vengono frullati nel mixer insieme ad aglio, tahina (crema di semi di sesamo), paprika, succo di limone, olio d’oliva e sale.